Pace e sicurezza: l’inganno del Re del sud

Dato che le nostre analisi si riferiscono agli ultimi giorni, quelli che stiamo vivendo noi oggi, non possiamo mancare di considerare la profezia di pace e sicurezza che troviamo in 1 tessalonicesi 5.

Pace e sicurezza in 1 Tessalonicesi

Leggiamo nei primi versetti del capitolo: “Ora circa i tempi e le stagioni, fratelli, non avete bisogno che vi si scriva nulla. Poiché voi stessi sapete benissimo che il giorno di Geova viene esattamente come un ladro di notte. Quando diranno: “Pace e sicurezza!” allora un’improvvisa distruzione sarà istantaneamente su di loro come il dolore di afflizione su una donna incinta; e non sfuggiranno affatto. Ma voi fratelli, non siete nelle tenebre, così che quel giorno venga su di voi come su dei ladri, poiché siete tutti figli della luce e figli del giorno. Noi non apparteniamo né alla notte né alle tenebre. 

Così, dunque, non continuiamo a dormire come fanno gli altri, ma stiamo svegli e siamo sobri. Poiché quelli che dormono sono abituati a dormire di notte e quelli che si ubriacano sono di solito ubriachi di notte Ma in quanto a noi che apparteniamo al giorno, manteniamoci sobri, avendo rivestito la corazza della fede e dell’amore e per elmo  la speranza della salvezza; perché Dio non ci ha assegnati all’ira, ma all’acquisto della salvezza per mezzo del nostro Signore Gesù Cristo. Egli morì per noi, affinché, sia che stiamo svegli o che dormiamo, viviamo insieme con lui. Perciò continuate a confortarvi gli uni gli altri e a edificarvi gli uni gli altri, come infatti state facendo.”

Si dice che quando diranno pace e sicurezza un’improvvisa distruzione sarà su di loro. Si parla inoltre di rimanere svegli, facendo un contrasto con coloro che dormono spiritualmente, richiamando alla mente l’illustrazione delle dieci vergini: solo quelle che si sono preparate vengono salvate. Questo ci fa capire che molti chiamati non sono in realtà eletti, ma saranno lasciati indietro perché crederanno agli inganni della bestia selvaggia, il falso profeta, e ai falsi cristi che questa presenterà.

Pace e sicurezza sarà quindi una dichiarazione che precederà la distruzione della falsa religione che avverrà per mano della bestia. I Testimoni di Geova mettono questo avvenimento all’inizio della grande tribolazione. Noi fissiamo invece la distruzione di Babilonia alla fine dei sette tempi di calpestamento di Gerusalemme. Questi sono infatti i tempi di calpestamento di Gerusalemme.

Pace e sicurezza in Ezechiele

Per capire meglio il fatto che si tratta del periodo da noi indicato andiamo a leggere quanto si può trovare in Ezechiele capitolo 13: “E la mia mano è contro i profeti che vedono in visione falsità e che divinano una menzogna. Non resteranno nell’intimo+ gruppo del mio popolo, e non saranno scritti nel registro della casa d’Israele, e non verranno nel suolo d’Israele; e dovrete conoscere che io sono il Sovrano Signore Geova, per la ragione, sì, per la ragione che hanno sviato il mio popolo, dicendo: “C’è pace!” quando non c’è nessuna pace, e c’è uno che edifica un muro divisorio, ma invano ci sono quelli che lo intonacano di calcina’. “Di’ a quelli che intonacano di calcina che esso cadrà.

Verrà certamente un rovescio di pioggia inondatrice, e voi, o chicchi di grandine, cadrete, e lo stesso soffio di turbini causerà una fenditura. Ed ecco, il muro deve cadere. Non vi si dirà forse: ‘Dov’è il rivestimento con cui faceste l’intonaco?’ “Perciò il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Di sicuro farò anche scatenare nel mio furore un soffio di turbini, e nella mia ira accadrà un rovescio di pioggia inondatrice, e nel furore ci saranno chicchi di grandine per lo sterminio. E certamente demolirò il muro che avete intonacato di calcina e lo porterò a contatto con la terra, e il suo fondamento dovrà essere esposto. Ed essa certamente cadrà, e dovrete pervenire alla fine in mezzo a lei; e dovrete conoscere che io sono Geova’.”

Qui viene collegato l’evento di pace e sicurezza alla grandine. Vi ricordate cos’è la grandine e a che evento si riferisce essa?  Si tratta della settima piaga d’Egitto, ma è anche la piaga che viene lanciata contro Gog di Magog. Si tratta cioè dell’evento distruttivo finale che pone fine alla falsa religione.

La descrizione di Ezechiele parla della dichiarazione di pace e sicurezza come di un muro pericolante, che viene intonacato per farlo apparire più bello, ma che in realtà non può resistere alla grandine. Il fatto che la dichiarazione di pace e sicurezza preceda la caduta della religione ci fa capire che sarà una dichiarazione cui verrà dato in qualche modo un valore sacro e cui parteciperanno quindi i membri delle religioni oltre che i membri della politica.

Volendo dare una collocazione nel tempo, la grandine è al settimo anno. La dichiarazione di pace potrebbe essere quindi al settimo anno, o prima. Per comprendere meglio come colloco gli anni leggetevi gli articoli precedenti con i quali sono arrivato a collocare l’inizio dei sette tempi alla fine del 2015.

Quale evento richiederà la dichiarazione di pace e sicurezza? Potrebbe essere lo scontro stesso tra re del nord e re del sud? Oppure potrebbe essere la fine di scontri sociali violenti legati alla crisi economica e ai lockdown? Vedremo, con la consapevolezza del fatto che solo in fase di adempimento possiamo comprendere appieno le scritture.

Interessante il fatto che con la dichiarazione di pace e sicurezza implica intonacare un muro. Cosa potrebbe essere questo muro? Torniamo al racconto di Ezechiele 39 in cui si descrive la distruzione di Gog di Magog. Al versetto 11 si legge: “E deve accadere in quel giorno che darò lì un luogo a Gog, un luogo di sepoltura in Israele, la valle dei passanti ad est del mare, ed essa ostruirà l’accesso a quelli che passeranno. E vi dovranno seppellire Gog e tutta la sua folla, e certamente la chiameranno “Valle della folla di Gog”.”

La folla di gog rappresenta coloro che vengono cacciati dalle religioni in quanto non accettano il marchio. Questi vengono uccisi cioè rigettati dalle religioni e dalla società.

Nel corano si parla di Gog di Magog e dello scontro che questi ha con il bicorne, che nella Bibbia, in Rivelazione 13, viene descritta con la bestia bicorne che sorge dalla Terra. Il Bicorne, o Re del sud, o Anticristo ha la meglio e imprigiona Gog di Magog dietro un muro di rame, che alcuni interpretano come i monti che sorgono tra Armenia e Azerbaigian.

pace e sicurezza
Il muro contro Gog

Questo ci porterebbe a capire che il muro che viene eretto in Ezechiele 13 è un muro di separazione da coloro che non accettano il vaccino, e che vengono quindi separati dal resto del mondo. Pensano che questa separazione possa salvarli e dare pace e sicurezza.

Tre impure espressioni ispirate simili a rane

In passato abbiamo detto che le piaghe d’Egitto raffiguravano il periodo che stiamo vivendo noi. Le abbiamo divise in due gruppi di sette piaghe ciascuno che si sovrappongono: le prime sette e le ultime sette. Abbiamo visto che in questo modo ci sono delle coincidenze stupefacenti con le piaghe dei sette tempi di cui si parla in Rivelazione. Potrebbe esserci un’altra chiave di lettura? Forse è solo un gioco, una mia fantasia, ma le rane della seconda piaga mi fan tornare alla mente le tre espressioni ispirate simili a rane di cui leggiamo in Apocalisse 16:13,14.

Queste espressioni ispirate escono in occasione della sesta coppa dell’ira di Dio, e operano in parallelo al prosciugamento delle acque dell’Eufrate. Abbiamo già visto che l’Eufrate che si prosciuga è conseguenza dell’attacco di Gog di Magog contro i veri cristiani ma vedremo ora che non è solo questo. I veri cristiani vengono cacciati dalla religione e, in questo modo, il sostegno alla religione viene a mancare, esattamente come le acque prosciugate dell’Eufrate non poterono più proteggere Babilonia dall’attacco di Ciro il grande ma questo è sufficiente a prosciugare l’Eufrate? I veri cristiani sono davvero così tanti?

Le rane sono la seconda piaga d’Egitto, ma sarebbero la sesta piaga se guardiamo il primo gruppo di sette piaghe al contrario. Solo una fantasia? Un collegamento troppo forzato? Forse, ma la Bibbia non è nuova a queste simmetrie profetiche.

Ma cosa sono queste espressioni ispirate da demoni? Vengono espresse dal dragone, dalla bestia selvaggia e dal falso profeta, cioè rispettivamente da Satana, dal potere politico sionista che vuole il nuovo ordine mondiale e dalla bestia a due corna. Quest’ultima bestia è il re del sud e anticristo che opera con l’inganno perché si pensi che esso sia contro il sistema, mentre in realtà opera proprio perché il NWO divenga realtà.

Il falso profeta produce dei segni con cui inganna, se possibile anche gli eletti. In Rivelazione 13:14 leggiamo a proposito della bestia con due corna: “E svia quelli che dimorano sulla terra, a causa dei segni che le fu concesso di compiere davanti alla bestia selvaggia, mentre dice a quelli che dimorano sulla terra di fare un’immagine alla bestia selvaggia che ebbe la ferita della spada e rivisse.”

Anche le “espressioni ispirate da demoni simili a rane compiono segni e vanno dai re dell’intera terra abitata, per radunarli alla guerra del gran giorno dell’iddio onnipotente” (Rivelazione 16:14)

Subito dopo queste parole di Rivelazione Gesù continua dicendo: “Ecco io vengo come un ladro. Felice chi sta sveglio e mantiene le sue vesti, affinché non cammini nudo e non si veda la sua vergogna”.

Sembra evidente: escono queste tre espressioni ispirate da demoni che raccolgono i re della terra per Armaghedon e poi viene Gesù con una improvvisa distruzione su di loro. La parola “improvvisa” che troviamo in 1 tessalonicesi 5:3 sta per inaspettata.

Questi segni avranno in qualche modo una natura spirituale, sono espressioni ispirate, seppur impure, e come disse Gesù in Matteo 24:24: “Poiché sorgeranno falsi Cristi e falsi profetiche faranno grandi segni e prodigi da sviare, se possibile, anche gli eletti.” Come potrebbero essere sviati gli eletti se non con un inganno di natura spirituale?

Come sappiamo, le piaghe d’Egitto differivano tra loro in quanto le prime colpirono anche il popolo di Israele, mentre le ultime colpirono solo gli Egiziani. Questo deve quindi aver prodotto una certa confusione e timore negli Israeliti. La piaga delle rane colpì anche il Gosen, la zona a nord dell’Egitto, dove vivevano gli Israeliti. Le impure espressioni ispirate le sentiremo anche noi, perché saranno rivolte a tutti. Alcuni saranno ingannati.

Abbiamo capito che stiamo parlando del sesto anno, visto che si tratta della sesta coppa dell’ira di Dio. Cosa succede nel sesto anno? L’attacco di Gog di Magog si manifesta contro il popolo di Dio tramite la vaccinazione. Tra il sesto e il settimo anno dunque ci sarà la dichiarazione di pace e sicurezza, con la quale arriveranno a dire che non c’è più pericolo. Un muro di separazione è stato eretto per proteggerci da chi potrebbe portare il contagio.

tre impure espressioni ispirate
Il muro di pace e sicurezza

L’inganno del re del sud

Rimango nel campo delle ipotesi perché gli avvenimenti si capiscono veramente solo mentre succedono. Alcune cose certe però le so. Il sesto anno è l’anno del marchio della bestia selvaggia e del terremoto. il secondo guaio di rivelazione 9 descrive la morte di un terzo dell’umanità che ormai abbiamo capito essere la cacciata dalla realtà religiosa, ma probabilmente anche socio economica visto che in Rivelazione capitolo 13 si dice che chi non accetta il marchio non potrà più né comprare né vendere.

Le voci sempre più insistenti parlano di un vaccino proposto da Bill Gates che, con l’utilizzo di un microchip a quantum dots diventerà anche un identificativo biometrico della nostra situazione vaccinale. Che sia questo il marchio? Se ci riflettiamo un po’, in realtà ci sono alcune certezze. Una di queste è che il marchio viene assegnato dalla bestia selvaggia con due corna, cioè dal re del sud, l’anticristo, e cioè da Trump e Putin, per quanto abbiamo capito fino ad ora.

Trump e Putin infatti, mediante la propaganda Qanon, vengono presentati come coloro che possono liberarci dalla dittatura sanitaria. Sono i salvatori, i falsi Cristi che compiono grandi segni, tali da ingannare anche gli eletti se possibile.

Potrebbe un vaccino avere a che fare con questioni spirituali? Sì. Il transumanesimo, la singolarità tecnologica tanto invocata di Raymond Kurzweil, è l’ultima frontiera del satanismo. L’uomo che diventa divino e che supera i propri limiti. Ecco dunque che un vaccino a DNA ricombinante modifica geneticamente l’uomo e con inchiostri quantici ne determina la rilevabilità mediante la tecnologia 5g.

Ritengo quindi che tutto il terrore che ci è stato instillato nei confronti di Bill Gates e del sistema main stream attuale, sia solo per poter accettare le soluzioni di salvezza che verranno portate dal sistema successivo e risolutivo di Trump e Putin. Il sesto anno, il 2021, ci sarà l’attacco contro i consapevoli da parte del re del nord o Gog di Magog, che imporrà il vaccino. Trump e Putin, il Re del sud, non hanno mai affermato che il Corona virus sia un inganno, ma hanno piuttosto prodotto un loro vaccino alternativo. Lo Sputnik per esempio, che utilizza la stessa tecnologia di Astrazeneca, differenti invece dai vaccini a mRNA come lo Pfizer.

L’attacco di Gog di Magog è quindi voluto anche dal Re del sud, che poi distruggerà Gog il settimo anno. Credere che Trump sia la salvezza è una grande trappola.


LE NOSTRE ADUNANZE

Dopo averli affrontati, sentiti libero di approfondire questi argomenti nelle sezioni del nostro Blog, o di cominciare anche tu a partecipare alle nostre Adunanze.

A partire da Ottobre 2020 come gruppo ci riuniamo su Zoom due volte a settimana per discutere della Bibbia e delle profezie. Siamo sempre più numerosi. Se vorresti partecipare scrivimi una mail a earthmeasured@gmail.com

Seguici per ricevere le notifiche dei nuovi video che pubblichiamo settimanalmente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *