Il Nuovo Ordine Mondiale, un ottavo re

Al Nuovo Ordine Mondiale viene assegnato un breve periodo di tempo. La bestia selvaggia, che fa la sua comparsa prima in Daniele e poi in Apocalisse, riceve autorità per un breve periodo di tempo, quarantadue mesi soltanto. Ciò corrisponde a tre anni e mezzo.

“Chi è simile alla bestia selvaggia, e chi può guerreggiare contro di essa?”  E le fu data una bocca che diceva cose grandi e bestemmie, e le fu data autorità di agire per quarantadue mesi.  Riv 13:5

Dato che il tema è così importante, anche il profeta Daniele se ne occupa come si deve. Come risaputo, per bocca di due testimoni si risolve ogni tipo di questione. Gesù, rifacendosi a principi di legge, disse ai farisei: “Nella vostra stessa Legge è scritto: ‘La testimonianza di due uomini è vera’”. Quindi, per la faccenda di cui stiamo trattando, abbiamo la testimonianza di due profeti, Daniele e Giovanni, e la loro testimonianza è vera.

In quanto al profeta Daniele, egli da parte sua scrive: “‘In quanto alla quarta bestia, c’è un quarto regno che sarà sulla terra, che sarà diverso da tutti gli [altri] regni; ed esso divorerà tutta la terra e la calpesterà e la stritolerà.  E in quanto alle dieci corna, da quel regno sorgeranno dieci re; e ancora un altro sorgerà dopo di loro, ed egli stesso sarà diverso dai primi, e umilierà tre re.  E proferirà parole perfino contro l’Altissimo, e osteggerà di continuo gli stessi santi del Supremo. E intenderà cambiare i tempi e la legge, ed essi gli saranno dati in mano per un tempo, e dei tempi e la metà di un tempo. E la Corte stessa si sedeva, e infine gli tolsero il suo proprio dominio per annientar[lo] e distrugger[lo] totalmente.” Dan 7:23-26

L’intero contesto della profezia va compreso per bene. Dio diede a Daniele una visione di quattro grosse bestie di cui si narra al capitolo 7. (Per una trattazione specifica si legga dal libro Perspicacia nello Studio delle Scritture – edito da Watch Tower, 1988, vol.1 pp 341 e seg. alla voce Bestie simboliche. Ne riporto alcuni stralci dai sottotitoli: 1) Le quattro bestie uscite dal mare; 2) La bestia con sette teste che esce dal mare.

  1. Di solito i commentatori biblici collegano questa visione con quella dell’immagine colossale del secondo capitolo di Daniele. Confrontando i capitoli 2 e 7 si notano chiare analogie. L’immagine colossale ha quattro parti o sezioni principali, e anche le bestie sono quattro. I metalli dell’immagine cominciano col più prezioso, l’oro, per passare successivamente ai meno preziosi, e le bestie cominciano col maestoso leone. In entrambe le visioni la quarta parte o “regno” riceve particolare attenzione, rivela la maggiore complessità, introduce nuovi elementi, e continua fino al tempo in cui viene eseguito su di essa il giudizio divino perché si oppone al dominio di Dio.
  2. [Questa è una] bestia che esercita autorità non su una sola nazione o gruppo di nazioni, ma “su ogni tribù e popolo e lingua e nazione”. (Riv 13:7-8; cfr. 16:13,14). A questo proposito un dizionario biblico osserva: “La prima di queste bestie [di Riv 13] unisce in sé le caratteristiche delle quattro bestie della visione di Daniele . . . Quindi questa prima bestia rappresenta le forze congiunte di tutti i governi politici contrari a Dio nel mondo”. — The Interpreter’s Dictionary of the Bible, a cura di G. Buttrick, 1962, vol. 1, p. 369.

Così, con la quarta bestia, ci troviamo di fronte ad una rappresentazione politica molteplice costituita da: 1) impero romano, 2) impero anglo-americano, 3) nuovo ordine mondiale. Ed è di questa terza parte, rappresentata in una statua colossale dai suoi piedi, costituiti in parte di ferro e in parte d’argilla, che ci stiamo occupando. In quanto alla quarta bestia, essa comprende la successione delle potenze elencate sopra, di cui l’ultima è quella che riceve l’autorità per 42 mesi, come definito in Riv 13:5.

Daniele osserva: “C’è un quarto regno che sarà sulla terra, che sarà diverso da tutti gli [altri] regni; ed esso divorerà tutta la terra e la calpesterà e la stritolerà”. Si tratta della tirannide finale in cui su tutta la terra imperversa un unico governo, di cui, da almeno un anno, vediamo gli effetti nella farsa del Covid pandemico mondiale.

Dell’avvento di questo governo Daniele scrive: Continuai a guardare allora, a causa del suono delle parole grandiose che il corno proferiva; continuai a guardare finché la bestia fu uccisa e il suo corpo fu distrutto e fu dato al fuoco ardenteMa in quanto al resto delle bestie, i loro domini furono tolti, e fu concesso loro un prolungamento della vita per un tempo e una stagione. (Dan 7:11-12)

Questo passo è particolarmente significativo perché ci illustra il disfacimento dei governi nazionali che vengono soppiantati dal NWO. A questo nuovo impianto politico mondiale, quando sarà ormai un po’ più stabile, viene destinato (nel contesto dei tre anni e mezzo ad esso assegnato, “un prolungamento della vita per un tempo e una stagione”. Dan 7:12

 Si tratta di 15 mesi in cui la sua fierezza sarà particolarmente esaltata. Quando collocare questo periodo? Dio ce lo fa sapere in anticipo perché promette: “Il Sovrano Signore Geova non farà alcuna cosa a meno che non abbia rivelato la sua questione confidenziale ai suoi servitori, i profeti.” (Amos 3:7) Quindi dalle Scritture conosciamo che il periodo in cui la bestia del NWO diventerà particolarmente feroce sarà all’incirca dai primi di ottobre 2021 fino ai primi di ottobre 2022, dopo di che dovrebbe venire la stagione in cui verrà combattuta la guerra di Armaghedon. Poi il regno verrà dato al popolo dei santi del Supremo.

A questa fase storica fa riferimento Rivelazione 16:13-16 quando parla delle espressioni ispirate da demoni che compiono segni e vanno dai re dell’intera terra abitata per radunarli alla guerra del gran giorno dell’Iddio Onnipotente. Quindi noi alziamo la testa perché la nostra liberazione è vicina senza però dimenticare che il dragone è sempre lì pronto a divorare come un leone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *