L’obbligo vaccinale non ci deve spaventare

L’obbligo vaccinale arriverà per tutti ma non importa: sta per arrivare il crollo, e dobbiamo essere pronti.

“E quando aprì il terzo sigillo udii la terza creatura vivente dire: “Vieni!” E vidi ed ecco, un cavallo nero; e colui che vi sedeva sopra aveva in mano una bilancia. E udii una voce come in mezzo alle quattro creature viventi dire: “Una chenice di grano per un denaro e tre chenici d’orzo per un denaro e non danneggiare l’olio e il vino”. (Apocalisse 6:5-6).

Una chenice era un litro di grano, sufficiente per un giorno per una persona, tre chenici d’orzo potevano bastare per una piccola famiglia e un denaro era il salario di una giornata. E’ come se noi oggi spendessimo dai 50 ai 100 euro al giorno per un chilo di pane o un chilo di pasta. Eppure è ciò che stiamo per vivere, essendo questo profetizzato per i tempi attuali: la penuria di viveri.

La stessa cosa successe ai tempi della distruzione di Gerusalemme da parte di Nabucodonosor. Ezechiele doveva in quel periodo rappresentare l’assedio che avrebbe subito Gerusalemme da parte di babilonia. Egli doveva rimanere sdraiato su un fianco per 390 giorni e sull’altro per 40 giorni, un giorno per un anno del peccato di Israele e Giuda.

In Ezechiele 4:16 leggiamo: “Figlio dell’uomo, ecco, rompo le verghe alle quali si sospendono pani a ciambella, in Gerusalemme, e dovranno mangiare pane a peso con ansiosa cura, e a misura e con orrore berranno la stessa acqua con l’intento che manchino loro pane e acqua e si guardino gli uni gli altri con stupore e marciscano nel loro errore”. Si veda l’articolo 430 giorni chiusi in casa, in cui viene considerato l’adempimento letterale. Naturalmente si deve considerare anche l’aspetto spirituale della mancanza di nutrimento all’interno delle religioni. Ma come è possibile che succeda tutto ciò?

Se facciamo una analisi di ciò che sta succedendo attualmente è che l’economia mondiale, a partire dal 2008 non funziona più. Questa ha subito un ulteriore colpo nel 2020 con l’inizio della pandemia. Milioni di posti di lavoro sono andati persi nel mondo a causa delle restrizioni imposte e miliardi di guadagni sono andati persi. Nonostante ciò il mercato azionario mondiale ha continuato a salire. La frenata del marzo aprile 2020 è stata subito riassorbita e nuovi massimi sono presto stati raggiunti.

obbligo vaccinale

Questo significa che esiste una sorta di strana divisione tra la borsa e la realtà e sembra che alla borsa non importi nulla di ciò che stia succedendo nel mondo reale. Come mai?

Il grosso problema sta nella quantità di denaro in circolazione. Dopo la crisi del 2008 spesso si è sentito parlare di QE o Quantitative Easing, cioè una grande mole di denaro che veniva messa in circolo dalla Fed e dalla BCE per sostenere l’economia. Una grande quantità di denaro a debito veniva cioè messa in circolo con la scusa di sostenere l’inflazione che diventa molto bassa quando le persone limitano i loro acquisti a causa della crisi.

Avere una inflazione bassa è deleterio per chi ci governa. Essi considerano l’inflazione come una tassa occulta con cui asportare ricchezza dal popolo. Il prezzo delle cose cresce mentre gli stipendi crescono di meno. In questo modo, immettendo nel mercato denaro, ne annacquano il valore e ci impoveriscono.

Questa cosa era per esempio stata utilizzata in Germania negli anni venti per tassare in modo nascosto i tedeschi per poter pagare i rimborsi di Guerra richiesti con il trattato di Versailles. Per ottenere questo si cominciò a stampare denaro in quantità esorbitante e a far aumentare il prezzo delle cose. Questa politica si rivelò fallimentare, portando alla disperazione milioni di persone.

Dal 2008, come risposta alla crisi economica, sono state immesse nel mercato grandi quantità di denaro. Questo non ha provocato, incredibilmente, un aumento dell’inflazione, che in realtà in questi anni ha continuato a stagnare, permettendoci di vivere tutto sommato bene, nonostante la mancata crescita degli stipendi, e il continuo aumento della tassazione. Cosa è successo?

Questa grande quantità di denaro in realtà è finita in minima parte in mano ai consumatori, che son quelli che, con i loro acquisti, avrebbero dovuto creare inflazione. Questo denaro è stato usato per lo più come sostegno alle banche e ai grandi gruppi finanziari come il Blackrock. Si pensi che questo gruppo di investimento da solo gestisce un patrimonio di 8000 miliardi di dollari, pari a circa 4 volte il pil italiano.

Questi soldi non sono stati utilizzati dunque per sostenere l’economia reale ma sono stati dati alle banche che hanno investito nel mercato azionario. Con la crisi sanitaria del 2020 la quantità di denaro messa in circolazione è aumentata ulteriormente. Si tratta di moneta a debito ricordiamolo, e infatti il debito pubblico mondiale è cresciuto enormemente in questi ultimi mesi.

Da questo capiamo come mai il mercato azionario è continuato a crescere: le banche hanno investito questa enorme quantità di denaro in azioni. L’enorme richiesta di azioni ha fatto crescere il loro valore a fronte di una capacità economica reale ridotta. La bolla economica è enorme e sta per esplodere. Come mai potrebbe esplodere?

Gli enormi investimenti nel mercato azionario sono stati una sorta di scommessa nella possibilità della ripresa. La chiave di volta della ripresa è il vaccino sul quale sono state riposte enormi speranze. Nel caso in cui la vaccinazione di massa non dovrebbe dare i risultati sperati il disastro sarebbe inevitabile.

A questo punto ci chiediamo se si può già prevedere qualcosa. In realtà sì, sebbene i mercati sembrino viaggiare con i paraocchi. Alcune nazioni infatti sono già parecchio avanti con le vaccinazioni. Israele per esempio ha vaccinato ormai una percentuale enorme della propria popolazione e gli annunci della propaganda sembrano sottolineare un successo della vaccinazione.

Chi però ha analizzato il meccanismo del potenziamento dell’infezione mediante l’anticorpo, sa che il problema dell’ADE nasce quando la persona vaccinata viene a contatto con il virus dopo la vaccinazione. Questo avverrà per lo più con la prossima stagione influenzale e parliamo quindi di ottobre-novembre. Ma se consideriamo quanto sta succedendo in Cile le cose diventano più chiare. Anche il Cile ha vaccinato gran parte della sua popolazione ed è la prima nazione del sud America per numero di vaccinati.

Da alcuni giorni il Cile (che sta entrando nella sua stagione autunnale) sta vivendo un lockdown completo e strettissimo a causa di una recrudescenza della pandemia. Recrudescenza che dovrebbe apparire incredibile visto un numero di vaccinati superiore al 20%, ma che in realtà evidenzia che il meccanismo del potenziamento dell’infezione da anticorpo è quanto mai reale.

L’obbligo vaccinale e il crollo del sistema

Questo è quello che succederà qui da noi nell’arco di pochi mesi. Quando sarà chiaro che il vaccino non solo non protegge dal virus, ma addirittura provoca una recrudescenza della pandemia, la bolla azionaria non potrà far altro che scoppiare. Sarà infatti evidente che l’economia reale non si riprenderà e che ogni scommessa in tal senso è pura illusione.

Quando questo succederà un’enorme quantità di denaro che avrà perso una enorme fetta del suo valore, verrà sottratta improvvisamente dal mercato azionario e andrà nel calderone del mercato reale. Una così grande quantità di denaro, a fronte di una ricchezza reale diminuita perché negli ultimi anni sempre più sono i disoccupati, e la ricchezza reale la fanno le persone col loro lavoro, porterà ad una caduta repentina del valore del denaro e ad un aumento dei prezzi.

Aggiungendo inoltre l’interruzione sempre più sentita della catena di approvvigionamento, dovuta a meno persone che lavorano, l’effetto sarà catastrofico.

Sappiamo bene che molti cantanti famosi vengono utilizzati dalle elites per diffondere e propagandare le loro idee. Fedez è uno di questi. Nel 2019 egli si faceva fotografare in mascherina portando avanti una operazione di programmazione predittiva tra i giovani.

Nella sua canzone portata a Sanremo quest’anno “Chiamami per nome”, egli scrive tra le altre cose: “

Sotto questo temporale
Piove sulla cattedrale
Rinunceremo all’oro
Scambiandolo per pane

La pioggia sulla cattedrale sta a significare l’attacco alle religioni, ormai sempre più evidente. Il resto preannuncia la catastrofe economica che si sta per abbattere sul mondo intero e che obbligherà le persone alla fame.

“E i commercianti viaggiatori della Terra piangono e fanno cordoglio su di lei perché nessuno compra più il loro pieno carico, pieno carico d’oro e d’argento e pietra preziosa e perle e lino fine e porpora e seta e scarlatto e ogni legno odoroso e ogni sorta di oggetto di avorio e ogni sorta di oggetto di legno preziosissimo e di rame e di ferro e di marmo e cinnamomo e spezia indiana e incenso e olio profumato e olibano e vino e olio di oliva e fior di farina e grano e bovini e pecore e cavalli e carrozze e schiavi e anime umane. (Apocalisse 18:11-13)

Detto ciò il pensiero che voglio trasmettere è che l’obbligo vaccinale non ci deve spaventare. Sta per crollare l’intero sistema economico, perderemo tutti il lavoro in ogni caso e vedremo molte persone ammalarsi e morire per le conseguenze del vaccino. Prepariamoci e vediamo come Dio ci proteggerà da ciò che sta per arrivare.


LE NOSTRE ADUNANZE

Dopo averli affrontati, sentiti libero di approfondire questi argomenti nelle sezioni del nostro Blog, o di cominciare anche tu a partecipare alle nostre Adunanze.

A partire da Ottobre 2020 come gruppo ci riuniamo su Zoom due volte a settimana per discutere della Bibbia e delle profezie. Siamo sempre più numerosi.

Iscriviti al nostro Gruppo Telegram per avere tutte le info.

Rifugiati di Pella Gruppo Telegram

Seguici per ricevere le notifiche dei nuovi video che pubblichiamo settimanalmente!

7 pensieri riguardo “L’obbligo vaccinale non ci deve spaventare

  1. Caro Michele nella mia visione siamo ancora governati da Babilonia la grande, perché se Babilonia la grande nella mia visione rappresenta
    L’elite giudaico massonica, che è la discendenza dei farisei (la progenie di Matteo 24:34),è anche vero che il potere dell’élite si basa sulla finanza e sul debito.
    Se,come credo, il sistema dell’immagine della bestia è fondato sul marchio, sembra logico che il potere del denaro viene tolto a Babilonia e la bestia instaura il marchio sul modello del “credito sociale ” cinese che è basato sia sul controllo dell persona sia all’ubbidienza incondizionata della bestia.

    1. Ciao Roberto, anche nella mia visione siamo ancora governati da Babilonia, ma questa sta per cadere…ascoltami, ad ogni modo non ti vaccinare, questo è molto importante

    1. Ciao, nessun culto. Siamo usciti dalle religioni e assieme analizziamo la bibbia con la consapevolezza che siamo davvero alla fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *