L’ombra del Persiano

L’ombra del persiano è su di noi. Quando Ciro attaccò Babilonia chi fosse stato trovato nelle strade sarebbe stato ucciso.

Nella notte più oscura per Babilonia, il re Baldassarre teneva un banchetto. Babilonia era inespugnabile e lui si sentiva sicuro: non c’erano pericoli. La festa era per 1000 dignitari e Baldassarre voleva mostrare il suo prestigio facendosi portare gli utensili d’oro trafugati anni prima nel tempio di Gerusalemme. Durante il banchetto, come spregio al Dio Geova degli ebrei si portavano offerte agli dei di oro, di argento, di ferro, di bronzo e di pietra. Non sapevano che i persiani erano appena fuori le mura e che quella sarebbe stata la loro ultima notte. Si legga il capitolo 5 di Daniele.

Apparve quindi una mano che scriveva sul muro “Mene, Mene, Techel e Parsin”. L’evento dovette essere particolarmente drammatico. Visto che i maghi del re non erano in grado di decifrare il re, in preda al panico, fece venire Daniele, cui fu chiesto di decifrare quanto era scritto sul muro. Egli seppe tradurre e disse: “Dio ha contato i tuoi giorni. Ti ha pesato e ti ha trovato mancante. Il tuo regno sarà diviso tra i medi e i persiani.”

Il giudizio contro Babilonia arrivava dopo i 70 anni di dominio Babilonese predetti da Geremia. Per emettere il suo giudizio Geova Dio prendeva Babilonia e la metteva sulla bilancia. Gesù disse che avrebbe fatto lo stesso con la sua venuta. Sarebbe sceso per verificare il tempio e per giudicare il suo popolo. Malachia 3 descrive la venuta del Cristo in questi termini: ““Ecco, io mando il mio messaggero,  ed egli deve preparare la via davanti a me. E all’improvviso verrà al Suo tempio  il [vero] Signore,  che voi cercate, e il messaggero del patto di cui vi dilettate. Ecco, verrà certamente”, ha detto Geova degli eserciti.

“Ma chi sopporterà il giorno della sua venuta, e chi starà in piedi quando apparirà?  Poiché egli sarà come il fuoco di un raffinatore e come la liscivia  dei lavandai.  E dovrà sedere come un raffinatore e purificatore d’argento e dovrà purificare i figli di Levi;  e li dovrà purgare come l’oro e come l’argento, ed essi certamente diverranno per Geova un popolo che presenterà offerta di dono nella giustizia.” L’opera di purificazione riguarda quindi il popolo di Dio, che viene paragonato a Babilonia, si tratta infatti di una moglie adultera, che si prostituisce con i re della terra.

Lo stesso concetto viene ripetuto in Rivelazione 11 dove il tempio viene misurato. Il cortile viene lasciato alle nazioni perchè lo calpestino. Questa misurazione preannuncia la venuta di Gesù e il conseguente calpestamento di Gerusalemme.

Baldassarre viene trovato mancante perché non si è umiliato di fronte a Geova, nonostante lo stesso Nabucodonosor, suo nonno, dopo esser stato abbassato da Geova alla condizione di bestia, si umiliò di fronte al Dio sovrano dell’universo. Baldassarre offriva incenso: “ mentre bevevano il vino, lodavano gli dèi d’oro, d’argento, di bronzo, di ferro, di legno e di pietra.” Questa descrizione ci ricorda la statua del sogno di Nabucodonosor narrato in Daniele capitolo 2. Questa statua è l’equivalente della bestia selvaggia con sette teste e dieci corna. Baldassarre stava quindi riponendo la propria fiducia e adorazione nella bestia selvaggia. Cosa si può dire della attuale situazione di Babilonia?

ombra del persiano

Le religioni, tutte quante nessuna esclusa, si affidano alla bestia selvaggia e ne sono parte integrante. Esse non insegnano alle persone a fare affidamento a Geova.  Nella gestione della pandemia le religioni si sono adeguate alla propaganda mondialista: hanno bloccato le loro attività e hanno accettato la vaccinazione. Sebbene dicano che non c’è obbligo, tuttavia spingono per motivi etici affinché tutti si vaccinino.

Non parliamo poi della questione della Terra piatta. Nessuna religione ha compreso l’idea che l’eliocentrismo significhi adorazione solare. Con questo tutte le religioni si sono macchiate di grave idolatria. Le religioni quindi sono state pesate e sono state trovate mancanti. Tutti coloro che ne fanno parte e che hanno ricevuto il marchio-vaccino verranno quindi distrutti.

L’ombra del Persiano

Si vede ormai l’ombra del Persiano. E’ appena fuori le porte di Babilonia. Il persiano è Ciro, il capro, il bicorne, la bestia che esce dalla Terra con due corna di agnello. Quello che porta la salvezza con il vaccino e determina la distruzione delle religioni.

Questa stessa bestia soffia alito di vita all’immagine della bestia, il NWO. Il marchio è un atto di adorazione a questo nuovo ordine mondiale e consente di entrarvici. Le religioni, incredibilmente, come faceva Baldassarre, adorano la bestia selvaggia, e spingono nella direzione della vaccinazione e del NWO. Come il persiano arrivò e colpì gli dei di oro, di argento, di bronzo, di ferro e di pietra al tempo di Baldassarre, la stessa cosa sta per avvenire ora. Chi verrà trovato nella gran città ne subirà le conseguenze.

A questo punto della storia diventa davvero importante uscire da Babilonia per non subire il castigo. (Rivelazione 18:4). I passi da fare in questI pochi mesi che rimangono prima dell’inizio del grande giorno di Geova sono questi:

  • evitare il marchio-vaccino;
  • uscire da Babilonia;
  • Farsi scorte per l’ultimo anno dei sette tempi.

Tutto ciò deve essere completato il più presto possibile: non rimane molto tempo, parliamo ormai di poche settimane. Concludo con una lettera da inviare alla propria chiesa o congregazione per definire meglio l’uscita da Babilonia. Chi vuole la può usare o può trarne spunto.

Alla Congregazione/Chiesa

Il continuo decadimento morale della congregazione è sempre più evidente e non può più essere nascosto. La mia coscienza mi spinge all’azione. Mai e poi mai avrei pensato che la Congregazione Cristiana avrebbe accettato i feti abortiti, quelli con cui viene prodotto il vaccino Astrazeneca, e dichiarati in modo esplicito nel foglietto informativo scaricabile dal sito dell’Ema e dell’Aifa.

Capisco che si possa non aver inteso che il vaccino è il marchio della bestia. Questa cosa infatti, pur essendo gravissima, e collocando di fatto la congregazione nella classe dell’Anticristo, poteva essere capita solo se Geova lo avesse fatto capire. Ma quella degli aborti è proprio chiara, scritta a lettere cubitali sul foglietto informativo. Non serviva l’aiuto divino a leggere un bugiardino.

Per la questione del marchio serve invece tutta un’altra sensibilità. Serve mettere in discussione l’intero impianto profetico per capire che il Regno del Cristo è iniziato solo ora e che stiamo vivendo i tre guai dell’Apocalisse. Chi non capisce i tempi del Cristo, sottintende 2 Giovanni 7, entra di diritto a far parte dell’Anticristo.

Per capire questo non basta studiare la Bibbia: serve che Geova apra il cuore. Sofonia 2:3 dice: “Cercate Geova voi mansueti…Probabilmente potreste essere nascosti nel giorno dell’ira”. Il “probabilmente” sta ad indicare la necessità dell’intervento divino per farci capire. Geova ha precluso questa comprensione ad una organizzazione poco umile. Non mi resta che sperare che nel poco tempo che rimane più persone possibile comprendano ed escano da Babilonia. Che facciano cioè ciò che sto facendo io: con questa lettera vi comunico la mia volontà di dissociarmi da membro componente della Congregazione dei Testimoni di Geova (Chiesa Cattolica).

Richiedo, con questa comunicazione, che tutti i miei dati e i documenti in possesso della Congregazione che riportano il mio nome mi vengano consegnati. Non consento la conservazione del mio nome e dei miei dati in nessun database, né a … (LUOGO DOV’è STABILITA LA CONGREGAZIONE DI APPARTENENZA), né a Roma, nemmeno per fini statistici. Tutti questi database, anche quelli su supporto informatico, dovranno essere distrutti.

Con questa lettera e col mio rifiuto del vaccino mi appresto a fuggire ai monti. Geova possa aiutarvi a capire.


LE NOSTRE ADUNANZE

Dopo averli affrontati, sentiti libero di approfondire questi argomenti nelle sezioni del nostro Blog, o di cominciare anche tu a partecipare alle nostre Adunanze.

A partire da Ottobre 2020 come gruppo ci riuniamo su Zoom due volte a settimana per discutere della Bibbia e delle profezie. Siamo sempre più numerosi. Se vorresti partecipare scrivimi una mail a earthmeasured@gmail.com

Se ti interessano gli argomenti della terra piatta e della Bibbia seguici su telegram.

Rifugiati di Pella Gruppo Telegram

Seguici per ricevere le notifiche dei nuovi video che pubblichiamo settimanalmente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *