La risurrezione del 2022

Per chi è la risurrezione del 2022? Negli articoli fin qui scritti abbiamo visto che chi non prende il marchio della bestia e non adora la bestia selvaggia potrà governare in cielo assieme a Gesù. Questo destino è riservato a coloro che sono fedeli durante la presenza del Cristo dice 1 Corinti 15:23 “in Cristo tutti riceveranno la vita. Ma ognuno nel proprio ordine: Cristo la primizia, poi quelli che appartengono al Cristo durante la sua presenza.”

Quelli che appartengono al Cristo

Le presenze del Cristo sono due: la sua presenza fisica sulla terra 2000 anni fa e la presenza invisibile nei tempi attuali della fine. Rivelazione capitolo 7 divide queste persone che vissero in momenti diversi in due gruppi che corrispondono alle due venute: i 144000 ebrei e la grande folla presa da tutte la nazioni. Sia i 144000 che la grande folla sono risorti nello spirito o mutati alla vita spirituale e governeranno. Entrambi i gruppi vengono infatti descritti dentro la tenda di Dio, il tempio, nell’atto di servire e lodare l’Altissimo.

Sembra quindi che questi due gruppi vengano risuscitati assieme, perchè entrambi hanno servito il Cristo nel periodo della sua presenza. Tuttavia abbiamo poi capito che si deve fare un leggero distinguo. Mentre in Rivelazione 7 la grande folla è descritta nel tempio di fronte a Dio e all’Agnello, in Rivelazione 14 solo i 144000 sono descritti in cielo assieme a Gesù Cristo. In Rivelazione 20:4 inoltre dei troni sono descritti nell’atto di giudicare coloro che non prendono il marchio.

Abbiamo capito dunque che i 144000 vengono risuscitati alla vita celeste prima della grande folla. Sono i 144000 infatti i” troni” o potenze che giudicano coloro che non prendono il marchio. I 144000 vengono risuscitati prima della grande folla sebbene il periodo storico sia lo stesso. Ci chiediamo però se si possa individuare in modo più preciso quando vengono risuscitati i 144000. Per la grande folla è chiaro: 1 Corinti 15:52 dice “al suono dell’ultima tromba”, il che ci fa capire che si tratta dell’ottobre del 2022.

schiavo fedele

La risurrezione dei 144000

Per capire con maggiore precisione quando saranno risuscitati i 144000 dobbiamo fare riferimento ad un altro passaggio biblico. Mi riferisco in modo particolare al capitolo 7 di Daniele. In questo capitolo, dopo aver descritto 4 bestie che rappresentano Babilonia, Media Persia, Grecia e Roma, viene descritta una sessione della corte celeste. Riporto qui la descrizione: “Continuai a guardare finché furono posti dei troni e l’Antico di Giorni si sedette. Il suo vestimento era bianco proprio come la neve, e i capelli della sua testa erano come lana pura. Il suo trono era fiamme di fuoco; le ruote d’esso erano un fuoco ardente.

Un corso di fuoco scorreva e usciva d’innanzi a lui. C’erano mille migliaia che lo servivano, e diecimila volte diecimila stavano in piedi proprio davanti a lui. La Corte si sedette, e furono aperti dei libri. “Continuai a guardare allora, a causa del suono delle parole grandiose che il corno proferiva; continuai a guardare finché la bestia fu uccisa e il suo corpo fu distrutto e fu dato al fuoco ardente. Ma in quanto al resto delle bestie, i loro domini furono tolti, e fu concesso loro un prolungamento della vita per un tempo e una stagione.” (Daniele 7:9-12).

Durante questa seduta collegiale vengono posti dei troni, non dice 24, ma dice dei troni. Parla quindi di una parte di essi: dei 144000. Vediamo di collocare nel tempo questa riunione delle potenze celesti. Alla fine dei versi riportati dice che la quarta bestia, quella con dieci corna che deriva dall’impero romano, viene uccisa e bruciata. Le altre, Babilonia, Media Persia e Grecia vengono lasciate al loro posto per un tempo e una stagione cioè un anno più un ulteriore periodo di tempo.

La caduta delle dieci corna

Le dieci corna della quarta bestia rappresentano i poteri nazionali. Sappiamo infatti che i regni nazionali sorsero immediatamente dopo la caduta dell’impero Romano d’Oriente per mano dei Turchi ottomani. La bestia che viene uccisa rappresenta quindi la caduta dei governi nazionali per mano del piccolo corno. Questo piccolo corno viene descritto in Daniele 7 in questi termini: “Continuai a considerare le corna, ed ecco, un altro corno, piccolo, spuntò fra loro, e tre delle prime corna furono divelte d’innanzi a esso. Ed ecco, c’erano in questo corno occhi simili agli occhi di un uomo, e c’era una bocca che proferiva cose grandiose.” (Daniele 7:8).

Il corno divelle tre delle dieci corna, che rimangono sette. Da qui capiamo che la bestia è assimilabile alla bestia con dieci corna e sette teste di Rivelazione. Il piccolo corno è l’ottavo re di Rivelazione 17:11, cioè il Nuovo Ordine Mondiale. Quando il piccolo corno inizia a parlare con arroganza la bestia viene uccisa, cioè i governi nazionali cadono. Il Nuovo ordine mondiale si installa al potere (Daniele 7:11).

Le altre bestie vengono risparmiate. La loro nefasta influenza spirituale continua ad agire sugli uomini che vengono introdotti alla nuova religione dello scientismo transumanista: è il tripudio del delirio religioso. Gli uomini si inchinano di fronte all’immagine della bestia a si lasciano vaccinare a rischio della loro stessa vita. Vendono la loro anima per poter rimanere nel sistema.

Le bestie che rimangono

Interessante è che alle altre bestie viene concesso un periodo di oltre un anno. Sapendo che la bestia e il falso profeta vengono distrutti ad Armaghedon, cioè alla fine del 2022 (Rivelazione 19:20), capiamo che la caduta delle 10 corna avviene tra 1 e 2 anni prima, nel 2020-2021, cioè con il primo e il secondo guaio. Si tratta della quinta tromba e della sesta, cioè la falsa pandemia di Covid e il falso vaccino della salvezza. In questa situazione i governi mondiali hanno dovuto accettare di inscenare la farsa pandemica come ordinato dal piccolo corno, il Nuovo ordine Mondiale. Accettando questo compromesso i governi hanno ceduto quel poco di sovranità che avevano ancora e sono caduti.

Tornando alla seduta celeste, capiamo quindi che questa deve essere avvenuta nel 2020 o poco prima, cioè quando i governi stavano per iniziare la loro caduta di fronte al soverchiante NWO. L’ipotesi che avevamo fatto che i 144000 vengano risorti con l’inizio del governo messianico (primavera 2019) o poco dopo viene quindi confermata.

La risurrezione dei morti alla settima tromba

Rimane tuttavia una domanda che fa riferimento alla descrizione della risurrezione di 1 Corinti 15. Leggiamo infatti i versetti da 50 a 54: “Comunque, dico questo, fratelli, che carne e sangue non possono ereditare il regno di Dio, né la corruzione eredita l’incorruzione. Ecco, vi dico un sacro segreto: Non tutti ci addormenteremo [nella morte], ma tutti saremo mutati, in un momento, in un batter d’occhio, durante l’ultima tromba. Poiché la tromba suonerà, e i morti saranno destati incorruttibili, e noi saremo mutati. Poiché questo che è corruttibile deve rivestire l’incorruzione, e questo che è mortale deve rivestire l’immortalità. Ma quando [questo che è corruttibile avrà rivestito l’incorruzione e] questo che è mortale avrà rivestito l’immortalità, allora si adempirà la parola che è scritta: “La morte è inghiottita per sempre”.

Qui l’apostolo Paolo, parlando dell’ultima tromba, dice che i fedeli vivi saranno mutati e riceveranno l’immortalità (la grande folla che riceve il regno) e i morti saranno destati incorruttibili. Se i 144000 vengono risuscitati nel 2019-2020 chi sono questi morti che vengono risuscitati incorruttibili? La corruzione della carne è ciò che ci porta alla morte. Innesca quel processo di invecchiamento che non ci lascia scampo. Galati 6:8 si esprime così: “chi semina in vista della sua carne mieterà la corruzione della sua carne”. Questo è effettivamente quanto è successo a partire dal peccato di Adamo ed Eva.

risurrezione

Risurrezione alla vita incorruttibile

I morti che verranno risuscitati non subiranno più quindi questo processo di invecchiamento che porta alla morte. Non si sta parlando ovviamente dei 144000 che saranno inizialmente riportati in vita come spirito e che quindi non potrebbero in alcun modo subire la corruzione della carne. Si tratta degli altri morti. Quelli che non sono vissuti durante la presenza del Cristo e che vengono quindi risuscitati ad una risurrezione di giudizio. Giovanni 5:28 e 29 dice: “l’ora viene in cui tutti quelli che sono nelle tombe commemorative udranno la sua voce e ne verranno fuori, quelli che han fatto cose buone a una risurrezione di vita, quelli che hanno praticato cose vili a una risurrezione di giudizio.” Cos’è questo giudizio? E’ il test finale che avverrà alla fine dei mille anni che dovranno affrontare questi risuscitati.

La vita incorruttibile non è quindi l’immortalità. Si tratta di una vita che durerà almeno fino alla fine dei mille anni. In questo periodo il loro corpo non invecchierà perché sono incorruttibili. Se passeranno il test finale che avverrà quando Satana sarà liberato riceveranno l’immortalità e diverranno figli di Dio. Gli unti governeranno per mille anni su questi risuscitati e cercheranno di guidarli affinché anche loro possano ricevere la vera vita alla fine dei mille anni. Capiamo quindi che i morti che ricevono l’incorruzione di cui si parla in 1 corinti 15 non sono i 144000 ma sono i miliardi di morti che non sono vissuti durante la presenza del Cristo.


LE NOSTRE ADUNANZE

Dopo averli affrontati, sentiti libero di approfondire questi argomenti nelle sezioni del nostro Blog, o di cominciare anche tu a partecipare alle nostre Adunanze.

A partire da Ottobre 2020 come gruppo ci riuniamo su Zoom due volte a settimana per discutere della Bibbia e delle profezie. Siamo sempre più numerosi. Se desideri partecipare scrivimi una mail a earthmeasured@gmail.com

Se ti interessano gli argomenti della terra piatta e della Bibbia seguici su telegram.

Rifugiati di Pella Gruppo Telegram

Seguici per ricevere le notifiche dei nuovi video che pubblichiamo settimanalmente!

2 pensieri riguardo “La risurrezione del 2022

  1. Ho avuto la stessa illuminazione, da miscredente a credente in una sola nottata, dalla mia convinzione sul bigbang, a il rifiuto assoluto della scienza e tutti i miei dubbi d’infanzia svelati, conoscendo la terra piatta la creazione divina diventava sempre convincente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *