Un decimo della città cade

Il sistema cade, cioè Babilonia la gran città cade. Gog di Magog, è la città che cade, ma è anche il Re del Nord. Si tratta del vecchio sistema descritto nell’Apocalisse dalla bestia con dieci corna. Le dieci corna sono dieci re che governano per 40 anni (un’ora) nel tempo della fine, dice l’Apocalisse. Essi si impegnano in una lotta fratricida contro Babilonia la Grande (Rivelazione 17:16) e cercano di dare potere alla bestia del NWO (Rivelazione 17:13). Il numero 10 viene quindi associato a Gog di Magog.

Una guerra contro il vecchio sistema (la gran città)

Questa associazione ci consente di capire meglio alcuni concetti che sono legati al particolare momento storico che stiamo vivendo. Sappiamo infatti che la guerra in Ucraina ha lo scopo di ottenere un Nuovo Ordine Mondiale come chiaramente espresso da entrambe le parti in lotta. Lascio qui il link di due articoli. Da una parte l’occidente afferma che Putin vuole stabilire un nuovo ordine mondiale, mentre dall’altra parte la Russia afferma di essere contro il nuovo ordine mondiale che l’occidente vuole portare. La propaganda lavora per entrambe le parti che evidentemente sono una cosa sola. Gog di Magog (cioè entrambe le parti) lotta per porre fine al vecchio sistema, cioè se stesso e per dare potere alla bestia del NWO. Gog di Magog e Babilonia sono la stessa cosa: la gran città. (Rivelazione 18:10).

Il numero 10 nella Bibbia ricorre innumerevoli volte ed è spesso legato al popolo di Dio, che si manifesta diviso. Si pensi alle dieci dita della statua di Daniele. Nel tempo della fine ci sarebbe stata una divisione tra ferro e argilla fino a che la statua non fosse stata distrutta (il terremoto). Si pensi quindi alle dieci vergini che attendono lo sposo. Difficilmente si potrebbe pensare a loro come a Gog di Magog. Eppure lo sono, infatti tutte quante si addormentano nel tempo dell’attesa rivelando una mancanza spirituale. Cinque di loro comunque concludono positivamente la loro attesa perché hanno provveduto a ricaricare le loro lampade con l’olio (nutrimento spirituale) che avevano a disposizione. Le altre vergini vengono lasciate fuori casa.

Israele si divide

In effetti da Gog di Magog nel tempo della fine escono gli eletti, ma fino alla loro uscita anche gli eletti fanno parte di un popolo infedele e idolatra. Questa idolatria ha origini antichissime nel popolo di Dio. Le dodici tribù di Israele venivano infatti descritte da Giuseppe come 12 stelle, facendo evidentemente riferimento alle 12 costellazioni dello zodiaco. Molti secoli più tardi queste tribù si sarebbero divise nelle dieci tribù di Israele e le due tribù di Giuda. Questa divisione non fu solo politica ma anche religiosa. Geroboamo, re delle dieci tribù, fece in modo infatti che il suo popolo non scendesse ad adorare a Gerusalemme e fece quindi piazzare dei vitelli d’oro in due città di Israele. (1 Re 12:28-30). Dieci tribù quindi si volsero in modo deciso verso l’idolatria. Queste tribù rappresentano Gog di Magog.

C’è una divisione tra dieci tribù idolatre non giudee e la tribù più fedele di Giuda. Si noti questo versetto.

“Questo è ciò che Geova degli eserciti dice: ‘In quei giorni dieci uomini di tutte le lingue delle nazioni afferreranno, afferreranno saldamente un giudeo per la veste, e diranno: “Vogliamo venire con voi, perché abbiamo udito che Dio è con voi”’”.

Zaccaria 8:23

Dieci uomini che chiedono di unirsi ai giudei nel tempo della fine sono la grande folla che esce da Gog di Magog. I Giudei sono i 144000 di Rivelazione 7 cioè quegli eletti che seguirono Gesù in un periodo in cui la bestia selvaggia era stata ferita a morte.

La caduta della bestia

Gog di Magog quindi cade quando si verifica una uscita del popolo di Dio. Una prima volta è successo nel primo secolo con l’uscita dei 144000, una seconda volta avviene ora con l’uscita della grande folla. Questo avviene sempre in concomitanza con la presenza del Cristo.

Ricordiamo la questione della bestia che era morente. Lo si legge in Rivelazione 17:8 dove si dice che la bestia selvaggia era, ma non è e sta per ascendere dall’abisso. Si fa riferimento al momento in cui l’adorazione solare nel popolo di Dio subì una interruzione a causa del ministero del Cristo. La presenza di Gesù portò alla uscita dei 144000 dal sistema idolatra del tempo. Come Gog di Magog cadeva a quel tempo, la stessa cosa capita oggi ma questa volta, come dice Rivelazione 17:8, la bestia se ne va alla distruzione.

Quando avviene la distruzione attuale? Possiamo provare a capire continuando a seguire le tracce lasciate dal numero dieci. Andiamo a vedere cosa dice Rivelazione 11:

Dopo i tre giorni e mezzo, spirito di vita proveniente da Dio entrò in loro, e si alzarono in piedi; quelli che li videro furono presi da grande timore. E si sentì una voce possente dal cielo che diceva loro: “Salite quassù”. Così essi salirono in cielo nella nube, e i loro nemici li videro. In quell’ora ci fu un grande terremoto e crollò un decimo della città; nel terremoto morirono 7.000 persone, e i superstiti ebbero paura e diedero gloria all’Iddio del cielo. Il secondo guaio è passato.”

Rivelazione 11:11-13

Un decimo della città cade

Quando i due testimoni vengono risuscitati avviene un terremoto che fa crollare un decimo della città. Qui si parla del secondo guaio, cioè della sesta tromba, cioè del settimo anno dei sette tempi. Ma qua si parla di un decimo della città. Ovviamente la città è Babilonia, la gran città. Ma cosa significa un decimo? Per chiarire meglio il legame con Gog di Magog andiamo a vedere un episodio del ministero di Gesù. Parliamo della guarigione dei dieci lebbrosi che si può leggere in Luca 17:11-19.

Mentre andava a Gerusalemme, Gesù passò lungo il confine tra la Samarìa e la Galilea. Quando entrò in un villaggio, gli andarono incontro 10 lebbrosi, che però si fermarono a una certa distanza e gridarono: “Gesù, Maestro, abbi misericordia di noi!” Vedendoli, Gesù disse loro: “Andate e mostratevi ai sacerdoti”. Allora, mentre se ne andavano, furono purificati. Uno di loro, quando si accorse di essere guarito, tornò indietro glorificando Dio ad alta voce e si inginocchiò con il viso a terra ai piedi di Gesù ringraziandolo. Tra l’altro era un samaritano. Gesù allora disse: “Non sono stati purificati tutti e 10? Dove sono dunque gli altri 9? Non è tornato indietro nessun altro per dare gloria a Dio a parte quest’uomo di un’altra nazione?” Dopodiché gli disse: “Alzati e va’! La tua fede ti ha sanato”.

Dei dieci lebbrosi guariti solamente uno (uno su dieci) torna a ringraziare e non è un giudeo ma un samaritano. Questo lebbroso rappresenta la grande folla. Non si tratta infatti di un giudeo. Un decimo dei guariti cerca Gesù. Allo stesso modo un decimo della città che crolla nel terremoto rappresenta quella parte di Gog di Magog che esce dal sistema nel terremoto del settimo anno. A riprova di ciò la decima parte della città viene associata a settemila persone che muoiono durante il terremoto. Sappiamo bene che si tratta dei settemila che non si sono inchinati di fronte a Baal. (1 Re 19:18)

la città cade

Pace e sicurezza

Questi avvenimenti sono piazzati nella Bibbia nell’ultimo anno dei sette tempi cioè nel 2022. Sono avvenimenti da associarsi alla dichiarazione di “pace e sicurezza” di cui si parla in 1 Tessalonicesi capitolo 5. Proprio in quei versetti si dice che Geova viene come un ladro di notte. Se ritorniamo all’illustrazione delle 10 vergini Gesù si espresse in questo modo a proposito delle 5 infedeli:

Ora, mentre quelle andavano per comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: Signore, signore, aprici! Ma egli rispose: In verità vi dico: non vi conosco. Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora.

Matteo 25:13

Anche in questo caso viene detto che la fine viene in modo inaspettato. La città cade quindi quando c’è la divisione finale, l’uscita finale degli eletti e il gran terremoto del secondo guaio. Dopo questa dichiarazione di pace e sicurezza finale inizia infatti il periodo di distruzione che ci aspetta nei prossimi mesi.


LE NOSTRE RIUNIONI

Dopo averli affrontati, sentiti libero di approfondire questi argomenti nelle sezioni del nostro Blog, o di cominciare anche tu a partecipare alle nostre riunioni.

A partire da Ottobre 2020 come gruppo ci riuniamo su Zoom due volte a settimana per discutere della Bibbia e delle profezie. Siamo sempre più numerosi. Se desideri partecipare scrivimi una mail a earthmeasured@gmail.com

Se ti interessano gli argomenti della terra piatta e della Bibbia seguici su telegram: scrivimi per essere inserito nel gruppo

Rifugiati di Pella Gruppo Telegram

Seguici per ricevere le notifiche dei nuovi video che pubblichiamo settimanalmente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *