Essere “rapiti” in cielo

Ancora due parole sull'essere "rapiti in cielo". 1Tess 4:17 dice che i cristiani viventi nel tempo finale saranno rapiti in cielo nelle nubi per incontrare il Signore. Analizzando il testo di questa scrittura nel greco originale leggiamo: ἔπειτα ἡμεῖς οἱ ζῶντες οἱ περιλειπόμενοι ἅμα σὺν αὐτοῖς ἁρπαγησόμεθα ἐν νεφέλαις εἰς ἀπάντησιν τοῦ κυρίου εἰς ἀέρα, che traduco... Leggi di più

Luce spirituale nello studio delle Scritture

(Adriana Rocchia) Luce: nel mio pensiero religioso, che è frutto di studi che vanno avanti da mezzo secolo, di approfondimenti e di valutazioni personali, le Sacre Scritture sono un monumento letterario preziosissimo per chi desideri conoscere l’evoluzione della storia e del pensiero dell’antico Israele e del primo cristianesimo. Ma è anche un libro sacro di cui l’autore e ispiratore è Divino. Tuttavia è possibile riconoscere un sottofondo ispirato presente ovunque nella... Leggi di più

L’attacco contro Israele

Di questo attacco contro Israele se ne parla ormai dappertutto. Il 7 di ottobre Hamas ha sferrato dalla striscia di Gaza un attacco senza precedenti contro Israele, proprio nel cinquantesimo anniversario della guerra dello Yom Kippur del 6 ottobre 1973. Ciò che colpisce è che appena 15 giorni prima Benjamin Netanyahu aveva preannunciato all’Onu un periodo di imminente pace e prosperità. Questo mette in risalto l’accuratezza profetica della scrittura che nella prima lettera ai... Leggi di più