4 bestie

Gog, Magog, Daniele e le 4 bestie

Gog di Magog, l’enigmatico personaggio descritto da Ezechiele al capitolo 38, ricomparirà ancora una volta alla fine dei mille anni. Nell’ultimo libro delle Scritture infatti si afferma “Ora appena saranno finiti i mille anni, Satana sarà sciolto dalla sua prigione, e uscirà per sviare quelle nazioni che sono ai quattro angoli della terra, Gog e Magog, per radunarli alla guerra” (Ri 20:2-3) Dunque Gog e Magog rappresentano le nazioni della terra su cui Satana ha esercitato ed... Leggi di più
valle della decisione

Due re nella Valle della Decisione

Cos'è la Valle della decisione? Gioele indicava un luogo altamente simbolico nel quale le nazioni un giorno sarebbero state giudicate: “Si preparino le nazioni e vengano alla Valle di Giòsafat, perché là siederò per giudicare tutte le nazioni circostanti.[…]Folle, ci sono folle nella Valle della Decisione, perché il giorno di Geova è vicino nella Valle Decisione.” (Gioele 3:12,14) Pertanto, in questo articolo, cercheremo di sviscerare questo enigma: che cosa dobbiamo intendere... Leggi di più
due re

Due re saliti sullo stesso carro

Parleremo di due re che simboleggiano qualcosa di più grande. Dopo aver riportato una schiacciante quanto miracolosa vittoria su Ben-Adad, Acab lo lascia andare vivo perché lo considera come un fratello. Alla fine Ben-Adad si arrende ma non viene ucciso, anzi trova grazia presso Acab che lo onora facendolo salire sul suo carro, stabilisce con lui un’alleanza a suo favore sperando di recuperare alcune città.  Infatti, dopo la sconfitta i servitori di Ben-Adad vanno a supplicare il re... Leggi di più
prodigo

L’investitura del figliol prodigo

Ricevere un'investitura significa diventare idonei per un incarico importante. Ma nella parabola di Gesù a ricevere l'investitura apparentemente sembrerebbe essere la persona meno qualificata. La parabola del figliol prodigo la conoscono tutti. Il figlio maggiore torna stanco dal lavoro nei campi e arrivando sente in casa la musica di una festa. Appena capisce di cosa si tratta, si arrabbia e non vuole più entrare nella casa del padre. Luca scrive semplicemente: Ma egli si adirò e non... Leggi di più
behemoth

La profezia di Daniele 11 getta luce sui nostri giorni

Daniele 11 va compreso e non è semplice. Nell’undicesimo capitolo di Daniele, l’angelo mostra al profeta la successione degli imperi di Persia e di Grecia. In questo punto del libro le difficoltà incontrate dal comune lettore ma anche dai più esperti sono quasi insormontabili. È tradizione applicare queste informazioni alle vicende storiche relative alle dinastie dei Tolomei e dei Seleucidi. Tuttavia la domanda essenziale è chiedersi - come nella Bibbia è sempre d’obbligo - se la... Leggi di più
profeta

L’imbarazzo di essere un profeta

Essere profeta non è cosa semplice. Durante il calpestamento di Gerusalemme descritto in Luca 21:24, il periodo che Gesù definì anche come “i fissati tempi delle nazioni”, o tempi dei gentili, i profeti si sarebbero trovati a vivere in una condizione di grande imbarazzo. La colpa dei profeti è quella di opporsi al potere idolatrico, fonte di oppressione per tutti i popoli. Oggi noi, quanti siamo viventi, viviamo alla fine di quei tempi. In questi anni la posizione di un profeta del... Leggi di più
capanne

La festa delle capanne

La festa delle capanne o dei tabernacoli era la settima ed ultima festa che gli Israeliti dovevano osservare. Si giungeva al termine dell’anno agricolo durante il settimo mese, Etanim, nome dalla probabile etimologia legata all’elemento d’acqua, cioè ai rivi durevoli e perenni. Al 10 di questo mese, Etanim detto anche Tishri, tra metà settembre e metà del nostro ottobre, ricorreva la festa di Espiazione quando il sommo sacerdote entrava nel santissimo sostando di fronte all’arca del... Leggi di più
festa dei pani azzimi

La festa dei pani azzimi

La festa dei pani azzimi o non fermentati si celebrava in Israele e in particolare a Gerusalemme tra il 15 e il 21 Nisan di ogni anno. Le azzime erano impastate usando solo acqua senza l’aggiunta di lievito. Il giorno precedente, il 14, detto appunto giorno di Preparazione, era il giorno adatto per preparare l’agnello pasquale e togliere dalla casa tutto il lievito e l’eventuale pane lievitato. In Luca 22:1 si legge che la festa dei Pani non fermentati era detta per estensione anche... Leggi di più

In che giorno della settimana fu giustiziato Gesù?

In merito alla morte e risurrezione del Cristo di solito si segue la tradizione prevalente del venerdì e della domenica di Pasqua, ignorando la verità delle Scritture. In realtà Gesù doveva trascorrere tre giorni e tre notti nella tomba. Questa informazione la possiamo trovare in Matteo 12:39-40 che riporta le parole che lui stesso disse: “Una generazione malvagia e adultera va in cerca di un segno, ma non le sarà dato nessun segno eccetto il segno del profeta Giona. Poiché come... Leggi di più
elia

Elia, Eliseo, i 144.000 e una grande folla

Il profeta Eliseo usciva da Gerico e saliva a Betel quando si vide circondato da un folto gruppo di giovani che incominciarono a incitarlo a “salire”, insultandolo con l’appellativo di “testa pelata”. Perciò la Scrittura prosegue raccontando di come Eliseo li maledicesse nel nome di Geova. “E di là saliva a Betel. Mentre saliva per la via, piccoli ragazzi uscirono dalla città e si burlavano di lui e gli dicevano: “Sali, testa pelata! Sali, testa... Leggi di più
7 sigilli

La profezia è finalmente svelata

Le Scritture consigliavano di non giudicare la profezia prima del tempo. Sarebbe a dire che una piena comprensione sarebbe stata possibile solo nell’imminenza della fine. Anche Daniele ne era stato avvisato: “Quanto a te, Daniele, tieni segrete queste parole e sigilla il libro, sino al tempo della fine. Molti lo esamineranno attentamente, e la vera conoscenza diventerà abbondante”. (Da 12:4) Ecco dunque che alla luce di queste parole anche 1Corinti 4:5 diventa più chiaro: “Perciò... Leggi di più
sentinella

Sentinella, che ne è della notte?

La sentinella nei tempi antichi si trovava in una posizione da cui si vedeva un pericolo che gli altri non riuscivano a scorgere, ed era tenuta a dare un avvertimento. Dio aveva incaricato i profeti come Ezechiele per essere una sentinella per il popolo di Israele. Il suo compito era quindi quello di avvertire dell’imminente pericolo: quale? Un grave momento storico Il profeta viveva in tempi tenebrosi. Nello spazio di meno di vent’anni un buon numero di Israeliti, in tre diversi... Leggi di più
concubina

Una concubina trattata malissimo

Essere una concubina non dava gli stessi diritti di una moglie. Ci sono, nella Bibbia, narrazioni diverse che appartengono a contesti tra di loro remoti e che, tuttavia, sono molto simili. Mi riferisco ai capitoli 19 dei due libri di Giudici e Genesi che presentano elementi comuni. Nel racconto di Giudici compare una concubina che sembra far da contrappunto alla meretrice di Rivelazione 17:16, la quale, devastata e nuda, viene bruciata nel fuoco. Viceversa la donna di Giudici viene... Leggi di più
grande tempesta

Una grande tempesta in corso

Nel corso del tempo i marinai si trovarono spesso a dover fronteggiare violente bufere: una grande tempesta. Anche i nostri sono tempi turbinosi. Il mondo di oggi è come una nave che vacilla nel bel mezzo di un mare in burrasca, proprio la stessa situazione in cui venne a trovarsi un antico scrittore, Giona, che finì per essere buttato in mare nel bel mezzo di un violento uragano. Di Babilonia la Scrittura dice che sarebbe stata distrutta e mai più riabilitata. Dato che l’antica... Leggi di più
navi di papiro

Rapidi messaggeri vanno su navi di papiro

Rapidi messaggeri sono mandati sull’acqua su leggerissime navi di papiro ad “una nazione di alta statura che resiste a tensione e calpesta”. Ma indovinare chi sia il mandante, chi i messaggeri e chi siano quelli a cui si indirizza il messaggio non è per niente scontato. Il capitolo 18 di Isaia è uno tra i tanti passi biblici oscuri e presenta notevoli difficoltà di interpretazione. Per arrivare a capire il contesto proviamo perciò a partire da un altro genere di interrogativo e... Leggi di più
che ne sarà di noi

Fine del mondo: che ne sarà di noi

Sta per iniziare la fine del mondo, che ne sarà di noi? Se volessimo approfondire il discorso dei salvati ad Armaghedon potremmo considerare la condizione di quelli che furono lasciati stare nel paese dopo che Nabucodonosor ebbe raso al suolo Gerusalemme. Geremia durante l’assedio era stato messo sotto custodia in una casa di detenzione. Infine i principi e i notabili della città erano stati presi e uccisi. I contadini nullatenenti erano stati lasciati stare nella campagna a fare servizi... Leggi di più
radunamento degli eletti

Il radunamento degli eletti

La Bibbia descrive il radunamento degli eletti come un evento della fine. Premetto che il materiale contenuto in questo articolo consiste in un ulteriore rimaneggiamento di oggi 2 maggio 2022 di quanto pubblicato in data 26 marzo 2021, dato che la comprensione di alcuni aspetti profetici in quel momento era in elaborazione, come del resto lo è ancora. Per quanto complesso ciò possa sembrare, scrutare nei tempi della fine è un’attività spirituale che richiede costanza, in quanto... Leggi di più

I tentativi per contrastare il piano divino saranno infranti

Ogni tentativo di andare contro il piano divino si mostrerà vano. C’è chi continua a confidare nella capacità di alcuni personaggi carismatici nel sollevare i popoli contro lo strapotere dell’ingiustizia, opponendo resistenza alla tirannide. Tuttavia la Bibbia non conferma la validità di una simile visione. Anzi, le Scritture mettono in guardia contro simili tentativi e dal “confidare nei nobili, o nel figlio dell’uomo terreno a cui non appartiene nessuna salvezza”. (Salmo 146:3)... Leggi di più

La fanciulla rimase incinta

La fanciulla rimase incinta: Matteo narra di lei all’inizio del suo Vangelo. Narra di come, dopo l’annunciazione di una nascita verginale fatta a Maria, un angelo apparve in sogno anche a Giuseppe per rassicurarlo circa l’origine divina di quella gravidanza. L’angelo si affrettò a richiamare alla mente dello sposo le parole di un’antica profezia dove si leggeva: “Perciò Geova stesso vi darà un segno: Ecco, la fanciulla (hā-‘al-māh, הָעַלְמָ֗ה ) stessa... Leggi di più
dato un segno

Dato un segno tramite un re d’Israele

Geova diede spesso un segno a conferma della veracità e attendibilità delle sue parole. Al re Ezechia furono dati due segni, uno di carattere privato ma con riferimenti cosmici sensazionali (Isa 38:7-8) e l’altro riguardante l’anno nel quale stiamo per avventurarci di qui a tre mesi, quando comincerà per noi un tempo di sabato e resteremo al chiuso nelle nostre stanze. (Isa 26.20) Un segno poteva servire ad identificare qualcuno o qualcosa. Il segno dato al re aveva relazione che con la... Leggi di più
segnale per le nazioni

Il “Distruttore” e la Nuova Gerusalemme

 Un Distruttore Dio poteva sempre crearlo dal nulla. Geova aveva stretto un patto con un popolo, Israele, e promesso benedizioni come diretta conseguenza di un rapporto improntato a rispetto e ubbidienza. Viceversa, minacciava maledizioni quando il popolo si mostrava negligente. In questi casi Dio poteva destare un “distruttore” proveniente da una nazione lontana. Allora un esercito straniero arrivava, assediava Gerusalemme e portava devastazione. La gente moriva di fame o di sete, veniva... Leggi di più

Sansone e i sette tempi

La vita di Sansone è altamente simbolica. Ed è anche scandita dai sette tempi. Per uno dei suoi figli Giacobbe morente profetizza: “Giuda è un leoncello. Certamente salirai dalla preda, figlio mio.” (Ge 49:9) Sansone, scendendo a Timna per fidanzarsi con una ragazza, incontra un leone e lo uccide. Questo giovane, sotto l’influsso dello spirito di Dio è capace di squarciare “un giovane leone" a mani nude. (Gdc 14:6) Evidentemente le forze non gli devono mancare. Il racconto... Leggi di più
mancanza di conoscenza

Perire per mancanza di conoscenza

Perire per mancanza di conoscenza dispiacerebbe. Geova disse ad Osea: “Il mio popolo perisce per mancanza di conoscenza.” (Os 4:6). Corriamo seri rischi, sia di natura fisica che spirituale, quando non ci interessiamo di sapere con esattezza quale sia la volontà di Dio. Dobbiamo fare tutto il possibile per conoscere la volontà divina rivelata che si trova nella Bibbia, e conoscerne anche i dettagli. Lo dobbiamo fare per non andare alla deriva sopraffatti dall'incredulità che ci... Leggi di più

Trovare un rifugio in Geova

Dobbiamo trovare un rifugio in Geova, non rimane molto tempo. Gli ebrei durante le persecuzioni naziste cercavano spasmodicamente di trovare un rifugio. Di Anna Frank resta un diario. Questa ragazzina ebrea visse due anni con la sua e un’altra famiglia, i Van Daan, in un alloggio segreto senza mai vedere la piena luce del giorno per via dell’oscuramento alle finestre. In una soffitta tenevano ammucchiati i viveri a lunga scadenza, come fagioli secchi e patate. Il diario di Anna è una... Leggi di più
due testimoni

I due testimoni ricevono i carismi

I carismi sono doni spirituali gratuiti conferiti dallo spirito santo. Paolo nella prima lettera ai Corinti scrive: “Ora circa i doni spirituali, fratelli, non voglio che siate nell’ignoranza. Ora ci sono varietà di doni, ma c’è lo stesso spirito; e ci sono varietà di ministeri, eppure c’è lo stesso Signore; e ci sono varietà di operazioni, eppure lo stesso Dio compie tutte le operazioni in tutte le persone. Ma la manifestazione dello spirito è data a... Leggi di più
segnale per le nazioni

Preservato un rimanente

Preservato un rimanente, da cosa? Per mezzo dei suoi profeti Geova avvertì spesso gli israeliti che la loro disubbidienza sarebbe stata punita, ma offrì anche speranza predicendo che un rimanente sarebbe stato preservato, sarebbe uscito dalle nazioni dell’Assiria o dell’Egitto, sarebbe tornato a Gerusalemme e l’avrebbe riedificata. Isaia ne parla più e più volte. “Quel giorno Geova stenderà di nuovo la mano, una seconda volta, per recuperare quello che resta del suo popolo... Leggi di più

Vaccino: un piano di genocidio mondiale

Vaccino: siamo di fronte ad un genocidio mondiale senza precedenti, in cui la gente comincerà in poco tempo a stare male o morire, spingendo la società verso una continua dittatura sanitaria e ad una tirannide senza precedenti. Il genocidio coinvolgerà le persone che hanno ricevuto il vaccino covid in fase sperimentale e che staranno male a causa di una reazione nota come risposta iperimmune. La reazione può non avvenire fino a mesi dopo le iniezioni, quando i soggetti dovranno affrontare... Leggi di più

Vivere al culmine della grande tribolazione

Grande tribolazione, questo è il tempo in cui noi viviamo. Isaia 26:20 profetizzava circa il fatto che sarebbe venuto un giorno in cui gli eletti si sarebbero raccolti nelle loro stanze aspettando che finisse la denuncia. “Va, popolo mio, entra nelle tue stanze interne, e chiudi le tue porte dietro di te. Nasconditi per un breve momento finché la denuncia sia passata.  Poiché, ecco, Geova uscirà dal suo luogo per chiedere conto dell’errore dell’abitante del paese... Leggi di più
via dal lavoro

Via dal lavoro prima che sia troppo tardi

Via dal lavoro. Mi rendo conto che anche solo al pensiero di dover abbandonare quel posto può venirci il mal di pancia. E questo è tanto più vero se non possediamo la fede. (2Tess 3:2) Ma se crediamo in Gesù il discorso cambia. Le parole delle Scritture diventano un punto di riferimento. Parlando del segno degli ultimi giorni, Gesù, dopo aver introdotto il tema della cosa disgustante, invita i suoi discepoli a fuggire da Gerusalemme. Via dal lavoro: la vostra fuga non sia di... Leggi di più

Il profeta Elia e i due testimoni d’Apocalisse

Elia e i due testimoni dell'Apocalisse sono in relazione tra loro. A proposito dei due testimoni di Rivelazione, al capitolo 11 si legge: “E se qualcuno li vuol danneggiare, esce fuoco dalla loro bocca e divora i loro nemici; e se qualcuno li vorrà danneggiare, in questa maniera dovrà essere ucciso. Questi hanno l’autorità di chiudere il cielo affinché non cada pioggia durante i giorni del loro profetizzare, e hanno autorità sulle acque di mutarle in sangue e... Leggi di più
sole si oscura

Piaghe di Apocalisse e piaghe d’Egitto

In molti passi dell’Apocalisse riecheggiano le 10 piaghe d’Egitto: le piaghe di Apocalisse. Nella Bibbia alcuni numeri come il sette, il dieci o il quaranta rivestono un significato particolare. L’Apocalisse, per esempio, si organizza intorno al numero sette: sette congregazioni, sette spiriti, sette candelabri, sette stelle, sette lampade, sette re, sette corna, sette occhi, sette diademi, sette tuoni, sette angeli, sette trombe, sette piaghe, sette sigilli, sette... Leggi di più

Tenebre spaventosamente grandi

Tenebre spaventosamente grandi prima di Armaghedon. Spesso gli angeli, dovendo trasmettere comandi impegnativi, rassicuravano il destinatario sulla portata del messaggio, spiegando che non c’era da spaventarsi. Così quando Gabriele si presentò a Maria per annunciarle la nascita di Gesù, per prima cosa le disse: “Non avere timore”. (Luca 1:30) Questo bisogno di essere rassicurati vale anche per noi che consideriamo il senso della profezia relativa allo scadere dei sette tempi... Leggi di più

430 giorni chiusi in casa

430 giorni sono tanti. Sappiamo già che l'ultimo anno sarà da passare chiusi in casa. Ezechiele, raccontando del momento in cui riceve l’incarico di profetizzare agli esiliati di Babilonia, scrive: ‘Ed egli mi diceva: “Figlio dell’uomo, sta in piedi affinché io ti parli”. E spirito entrava in me appena mi ebbe parlato, e infine mi fece stare in piedi affinché udissi Colui che mi parlava’ “E tu, o figlio dell’uomo, odi ciò che ti pronuncio. Non... Leggi di più
segnale per le nazioni

La parousia o presenza del Signore

Cos'è la parousia? A metà dei sette tempi, aprile 2019, il Signore è arrivato e i due testimoni non hanno più celebrato la commemorazione della sua morte. Perché? In 1Corinti 11:23-26 legge: “Io ho ricevuto dal Signore quello che a mia volta vi ho trasmesso: nella notte in cui sarebbe stato tradito, il Signore Gesù prese un pane e, dopo aver reso grazie a Dio, lo spezzò e disse: “Questo rappresenta il mio corpo, che dev’essere dato in vostro favore. Continuate a... Leggi di più

Giosia e la profetessa Ulda

Giosia e la profetessa Ulda rappresentano i due testimoni. Dell’attività dei due testimoni di Rivelazione sappiamo che si sarebbe imperniata intorno alla misurazione del tempio. Questo fatto celava un valore simbolico notevole: significava riscoprire l’insegnamento della Bibbia circa la conformazione geocentrica della terra. Quindi abbiamo studiato con attenzione le scritture per comprenderne il messaggio e le profezie. Questo lavoro si può paragonare ai fatti narrati nelle Scritture... Leggi di più

I Boanèrghes, Debora, Barac e Armaghedon,

I Boanèrghes erano cugini di Gesù. “Quando si avvicinava il tempo della sua ascensione, Gesù decise fermamente di andare a Gerusalemme. Così mandò davanti a sé dei messaggeri. Questi partirono ed entrarono in un villaggio samaritano per fare i preparativi per il suo arrivo.  Gli abitanti, però, non lo accolsero amichevolmente, visto che intendeva andare a Gerusalemme.  Vedendo ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni chiesero: “Signore,vuoi che invochiamo un fuoco dal cielo che li... Leggi di più

Armaghedon è alle porte

Armaghedon è alle porte. Dato che ormai i tempi si sono consumati e stanno per scadere, le Scritture rivelano apertamente il sacro segreto di Dio e come Armaghedon sia imminente. Rivelazione 10:4-11 legge: Or quando parlarono i sette tuoni, io stavo per scrivere; ma udii una voce dal cielo dire: “Sigilla le cose pronunciate dai sette tuoni, e non scriverle”. E l’angelo che vidi stare in piedi sul mare e sulla terra alzò la mano destra al cielo e giurò per Colui... Leggi di più
fine del mondo

Apocalisse

L’Apocalisse è l’ultimo libro della Bibbia, scritto in forma di lettera alle sette congregazioni. La parola greca Apocalisse significa scoprimento, palesamento, quindi "rivelazione di un segreto". Apocalisse di Giovanni Giovanni, che ne è lo scrittore, presenta in ordine progressivo una serie di visioni fino a giungere a quella culminante. Dopo che il regno messianico viene insediato al potere, la tenda di Dio è con il genere umano. “E vidi un nuovo cielo e una nuova... Leggi di più
sopravvissuti

Salvezza: ci saranno sopravvissuti ad Armaghedon?

Salvezza è una degna speranza per tutti. Ma ad Armaghedon ci saranno dei sopravvissuti? In realtà non rimarrà nessuno. Quanti considerati degni della salvezza saranno già stati rapiti in cielo. Il mondo sta ora vivendo la cosiddetta fase dell’Apocalisse. Non ci turbiamo pertanto se vediamo comparire “grandi segni e grandi prodigi”. La profezia, è vero, a volte incute timore. Ed è proprio in questo libro di Apocalisse o Rivelazione che al capitolo 16:16 viene menzionato il... Leggi di più
gog e magog

Una grande tribolazione diversa dal previsto

Grande tribolazione: parole che fanno tremare. Molti di noi nel corso del tempo avranno pensato alla grande tribolazione profetizzata in Matteo 24:15-22 in termini di miseria economica e grandi cataclismi. Invece gli avvenimenti stanno prendendo una piega imprevista e quella che vediamo è una grande tribolazione diversa. In realtà, e ce ne rendiamo conto ogni giorno un po’ di più, si tratta in primo luogo di una grande miseria spirituale. Gesù ne aveva dato indicazione in questi... Leggi di più
aquila

Le aquile e il cadavere

Le aquile e il cadavere sono menzionati in Matteo 24 da Gesù. Leggendo questo capitolo, a partire dal versetto 15, all’apparire della cosa disgustante dichiarata in Daniele, siamo proiettati in un periodo molto tardo rispetto ai tempi della fine. Siamo entrati cioè nella seconda fase dei sette tempi di Rivelazione 11. Si tratta di tre giorni e mezzo. (Riv 11:11) Lì si applica il detto: "Un giorno per un anno, un giorno per un anno vi ho dato." Si tratta cioè dei finali 3 anni a mezzo,... Leggi di più
lamento funebre

Un lamento funebre per Babilonia

Già si sente il lamento funebre per Babilonia. La gran città sta per essere distrutta. Il capitolo 24 di Matteo può essere scandito in diversi momenti. Ci sono i tempi in cui iniziano i dolori, i tempi in cui si aspetta che finisca una certa generazione, e, soprattutto, i sette tempi della fine. Il capitolo può idealmente dividersi in due parti rispetto al manifestarsi della cosa disgustante del versetto 15 che ne costituisce il massimo momento di climax. Nella Bibbia ci sono spesso... Leggi di più
bestia selvaggia

La cosa disgustante che causa desolazione

Cos’è la cosa disgustante di cui si legge in Matteo 24:15? Questo versetto va considerato attentamente in quanto Gesù disse: “Perciò, quando scorgerete la cosa disgustante che causa desolazione, dichiarata per mezzo del profeta Daniele, stabilita in un luogo santo (il lettore usi discernimento), allora quelli che sono nella Giudea fuggano ai monti”. (Matt 24:15-16) Comprendere cos’è la cosa disgustante nel momento stesso in cui essa compare... Leggi di più
terra piatta teoria

Oceani cosmici stabiliti in un ordine diverso

Ci sono oceani cosmici nella volta celeste! Nella Genesi, capitolo 1:1-2, insieme a quelle che sono le prime parole nella Bibbia, emergono due incredibili termini ebraici. Il loro significato? Acqua e cielo. Mayin [acqua] e shamayim [cielo] sono termini che esistono entrambi solo nella forma plurale. Nel racconto della Genesi, subito dopo la creazione della luce, si assiste alla creazione di rā·qî·a', un'enorme cupola che separa le acque di sopra da quelle di sotto. Poiché ci sono due... Leggi di più
fermati o sole

Fermati o sole!

Fermati o sole! è una celebre frase del libro di Giosuè. Questo libro afferma chiaramente che in un certo giorno sia il sole che la luna si fermarono. Fermati o sole sono le parole di Giosuè. “Fu allora, il giorno in cui Jahvè guerreggiava contro gli Amorrei davanti agli occhi degli Israeliti, che Giosuè disse a Dio davanti a Israele: "Sole, stai fermo sopra Gibʹe·on, e luna, sopra la Valle di Aiʹja·lon!" Quindi, il sole si fermò, e la luna non si muoveva fino a quando la... Leggi di più

Terra Piatta e Bibbia

Terra Piatta: i riferimenti biblici 1. Il Grande Architetto Terra piatta e Bibbia sono i principali argomenti di studio del nostro gruppo. Gli studenti della Bibbia a volte si chiedono se nei testi sacri ci sia un resoconto affidabile della forma fisica della terra. Quando si tratta questo tema, viene facilmente in mente un passo di Pr 8:26-29. È un interessante resoconto sulla creazione della terra siglato dal Grande Architetto medesimo. In primo luogo, si rivela necessaria una... Leggi di più
NWO

Il Nuovo Ordine Mondiale e la bestia selvaggia

Comprendere certi aspetti dei libri di Daniele, Ezechiele o Rivelazione può essere molto complesso. Collegare il Nuovo Ordine Mondiale e la bestia dell'Apocalisse sembra strano. Questo perché le profezie sono necessariamente oscure e si capiscono meglio nel momento in cui si stanno realizzando o sono ormai cosa fatta. La faccenda della pandemia mondiale lascia oggi intravedere sviluppi che fino ad ora nessuno poteva immaginare. Le informazioni che seguono sono frutto di decenni di studi... Leggi di più
adorazione solare

L’adorazione solare e la bestia

L'adorazione solare e la bestia sono legate. Dato che mi propongo di esaminare a fondo il significato di quella entità politica che nelle scritture va sotto il nome di “bestia selvaggia”, mi accingo oggi ad affrontare alcune definizioni enigmatiche contenute nel libro dell’Apocalisse, dove si legge: “E vidi una delle sue teste come scannata a morte, ma la sua piaga mortale fu sanata, e tutta la terra seguì la bestia selvaggia con ammirazione.  E adorarono il dragone... Leggi di più

L’immagine d’oro e l’immagine della bestia

Immagine: viviamo in un tempo in cui si dà molta importanza alla semplice immagine delle cose, più che alla sostanza. Come al solito la popolazione mondiale si presta ad essere controllata e dominata. Balla alle canzoni che suonano i capi e si inchina di fronte all'immagine della bestia. Il virus è stata tutta una messa in scena, ma moltissimi ci hanno creduto e nessuno si ribella. Lo scopo, neanche troppo segreto, è quello di vaccinare tutti ed acquisire il controllo totale sulle masse,... Leggi di più
lamento funebre per Babilonia

Bestie di mare e di terra

Parlare di bestie di mare e di terra non è facile. Ad una prima lettura, l’Apocalisse si rivela un testo complesso, indecifrabile. Apparentemente ti sembra slegato e, cronologicamente, sconnesso. Ma poi, leggendo e rileggendo, incominciano ad emergere collegamenti e punti di riferimento. Perciò si tratta di scoprire una chiave di lettura che possa facilitarne la comprensione. Come si disporrebbero allora le scene all'interno di una connessione temporale ordinata? "Le fu data una bocca... Leggi di più