segnale per le nazioni

La parousia o presenza del Signore

Cos'è la parousia? A metà dei sette tempi, aprile 2019, il Signore è arrivato e i due testimoni non hanno più celebrato la commemorazione della sua morte. Perché? In 1Corinti 11:23-26 legge: “Io ho ricevuto dal Signore quello che a mia volta vi ho trasmesso: nella notte in cui sarebbe stato tradito, il Signore Gesù prese un pane e, dopo aver reso grazie a Dio, lo spezzò e disse: “Questo rappresenta il mio corpo, che dev’essere dato in vostro favore. Continuate a... Leggi di più
fermati o sole

Fermati o sole!

Dal racconto di Giosuè Il libro di Giosuè afferma chiaramente che in un certo giorno sia il sole che la luna si fermarono. Fermati o sole sono le parole di Giosuè. “Fu allora, il giorno in cui Jahvè guerreggiava contro gli Amorrei davanti agli occhi degli Israeliti, che Giosuè disse a Dio davanti a Israele: "Sole, stai fermo sopra Gibʹe·on, e luna, sopra la Valle di Aiʹja·lon!" Quindi, il sole si fermò, e la luna non si muoveva fino a quando la nazione non riuscì a... Leggi di più
immagine d'oro

L’immagine della Bestia e le Misure della Terra

Possibile che ci sia un legame tra le due cose? Tra l'immagine della bestia di cui si parla in Rivelazione 13:14 e le misure della Terra piatta di cui ci siamo occupati nei nostri studi? La cosa sembra importante perché in Rivelazione 13:18 si dice:" Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia, perché è un numero d'uomo; e il suo numero è seicentosessantasei." Sembra, questo versetto, proporci una sfida, un quiz di intelligenza. Se non capisci cosa significhi... Leggi di più

La buona notizia del Regno sarà predicata…quando? Oggi

Il gruppo dei rifugiati di Pella ha cominciato a fare adunanze su Zoom. Parliamo della buona notizia del regno di Gesù. Avrei preferito che ci vedessimo tutti di persona, ma siamo un piccolo gruppo da tutta Italia, e ci limitiamo quindi a riunioni online al martedì e al giovedì sera. Chi dei lettori fosse interessato può contattarmi su earthmeasured@gmail.com per sapere come partecipare. Cerchiamo così di rispettare il comando di Ebrei 10:25 dove si dice di non abbandonare la comune... Leggi di più

Il deinòn e il phainesthài dei Greci

Il deinòn e il phainesthài dei Greci: cosa sono? «La realtà si manifesta, per la mentalità arcaica, come forza, efficacia e durata. In questo modo, il reale per eccellenza è il sacro; poiché solo il sacro è assoluto, agisce efficacemente, crea e fa durare le cose». M. Eliade, Le mythe de l’eternel retour – Archétipes et rèpetition Ci sono le cose. Sono le cose in cui mi imbatto e me stessa tra di esse. Il processo del vedere e del guardare non è meccanico, non è un... Leggi di più

Viveva nel proprio quartiere

Viveva nel proprio arabesco, in un ghirigoro che nessuno aveva ancora visto. Ibn Arabi aveva ricevuto in visione un comando, cioè di lasciare Siviglia dove era vissuto fino a quel giorno. Gli enigmi  li conosceva già un po'. Di notte c'erano i  pensieri. Ma non i pensieri logici e concatenati della sua mente, ma i pensieri disfatti che vengono a galla nel momento in cui stai per addormentarti. Allora sentiva come un fluire estraneo, non personale, non pensato. Un pensiero... Leggi di più

Generazione spontanea della vita: è possibile?

La generazione spontanea della vita è alla base della teoria dell'evoluzione. Per quanto tu possa pensare che dentro una pietra non succeda mai nulla, in un chilo di materia inorganica il movimento di miliardi di miliardi di miliardi di atomi è estremamente attivo. “Un circuito di un centimetro cubico di nanotubi , se completamente sviluppato, sarebbe cento milioni di volte più potente del cervello umano.”  Citazione da Quanto è intelligente un masso di roccia? Ray Kurzweil - La... Leggi di più

Come capire il termine OPERA in alcuni passi della Bibbia

Cosa significa opera in alcuni passi della Bibbia? Parlando della disintegrazione finale di questo mondo fisico, Pietro scrive: "I cieli passeranno con rumore sibilante, ma gli elementi, essendo intensamente caldi, saranno dissolti, e la terra e le opere che sono in essa saranno scoperte". Che cosa si intende qui con il termine "opere"? Le opere di chi? Per trovare questo significato particolare e specifico partiremo da lontano e ce ne andremo in Egitto. Ad Alessandria, verso il 20 a.C.,... Leggi di più

I re del nord e del sud all’inizio

Io tutte queste cose le so e ho perfino le prove. Alle volte di notte ho degli indizi stupendi. Lo so perchè cerco di conoscere quelli che mi stanno intorno  e m'illumino di ombra e di luce. Cerco di immaginare tutto quello che si sa e che si tace. Provo a mettere insieme fatti molto lontani, anni e frammenti di cieli. Provo a cercare la logica dove sembra esistere solo l'ignoto. Parte  uno Appena sbarcati dall'arca, i famigliari si guardarono intorno, curiosi di capire dove... Leggi di più

Il Sinaitico e il Vaticano: due codici falsi

Il Sinaitico è un codice. Un codice è un libro, non un rotolo. Perciò non bisogna credere che si tratti di pagine di papiro lasciate alla rinfusa. Questo codice si chiama sinaitico perchè Tischendorf lo rinvenne sul Sinai presso il monastero di Santa Caterina. E' un testo scritto non su papiro ma su pergamena, disposto su quattro colonne per ciascuna pagina. Si tratta di un insieme di fascicoli cuciti e tenuti raccolti all'interno di una copertina, formato libro. Questo codice è detto... Leggi di più

Pilato scrive a Tiberio Cesare: un falso

Ponzio Pilato era un funzionario governativo, procuratore in carica su Giudea e Palestina. In quanto tale era tenuto a informare regolarmente l'imperatore delle sue attività pubbliche. Tiberio, dal canto suo, era molto accurato nella conservazione dei rapporti  che i suoi collaboratori inviavano dalle province. Faceva depositare questi documenti negli archivi della biblioteca imperiale. Con il tempo la Chiesa ereditò il potere temporale dei Cesari su Roma e sugli Stati Vaticani. A quel... Leggi di più

Il Gog di Magog detto Armaghedon

Con questo articolo, il primo di una certa serie, andremo a considerare alcune tra le più oscure ed enigmatiche profezie della Bibbia, il cui adempimento è adesso in pieno svolgimento. Alcuni temi fondamentali vengono più e più volte ripresi nel testo biblico, ma modellati secondo un'iconografia diversa. In realtà si fondano sempre su un medesimo schema di base. Molti di questi si potrebbero raggruppare sotto l'etichetta di "Armaghedon", alias "Gog di Magog". L'attacco di questo... Leggi di più

Il tempio del suo corpo

Per molti comprendere perché il Cristo dovesse morire di quella morte tremenda, di cui in effetti morì, risulta particolarmente difficile. Similmente si scandalizzano oggi, come si scandalizzavano nel passato, al pensiero che Geova potesse chiedere ad Abramo di sacrificare suo figlio Isacco, l'unico che fosse nato da Sara, lungamente atteso. Quello però era un modello di ciò che Dio stesso si proponeva di fare, e poi realmente fece, per redimere l'umanità dal peccato commesso in... Leggi di più

Nel Getsemani

In un giardino in mezzo agli ulivi, Gesù si ritirò dopo l'ultima cena. Fu lì che egli chiese al Padre di allontanare da lui quel tremendo calice. Il Padre l'ascoltava e soffiò su di lui  del suo spirito in proporzioni massicce alzando a dismisura la soglia del dolore, ossia il livello a cui uno stimolo viene percepito come doloroso. La soglia del dolore è quel livello d'intensità che divide il doloroso dal non doloroso. Con una soglia del dolore più alta c'è una tolleranza... Leggi di più

Come lo Spirito di Dio agiva durante l’agonia del Cristo, liberandolo.

Alla fine del suo lungo soffrire Gesù gridò forte due volte. Dapprima, verso la nona ora, "gridò a gran voce: “Elì, Elì, lamà sabactanì?”, ovvero: “Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?” Una seconda volta  dopo che fu trafitto nel fianco Gesù gridò di nuovo a gran voce e rese lo spirito. (Matteo 27:46-50) Mentre questo accadeva straordinari eventi cosmici si verificavano intorno.  Il paese rimase nelle tenebre per tre ore e un terremoto portò scompiglio nei... Leggi di più

Gesù e il pesce con la moneta in bocca

Proviamo a considerare la Persona del Cristo in quegli aspetti che ne fanno un essere di gran lunga superiore al semplice uomo.  Dio Padre, come affermano le Scritture, è consapevole di tutto ciò che accade intorno a noi, perché  Gesù disse: Due passeri non si vendono forse per una moneta di piccolo valore? Eppure nemmeno uno di loro cadrà a terra senza che il Padre vostro lo sappia.  (Matteo 10:29)  Altre traduzioni... Leggi di più

E la Parola si fece carne

Καὶ ὁ λόγος σὰρξ ἐγένετο... Giovanni 1:14 Sulla nascita del Cristo a conclusione di una normale gravidanza scrive Nestorio, uno studioso siro del IV secolo: «Questa è l'esatta definizione del dogma: Colui che è nato ed ebbe bisogno di tempo per la crescita e fu portato nell'utero per i mesi necessari, ha natura umana, congiunta a Dio. Una cosa è dire che Colui che nacque da Maria era congiunto al Verbo, altra cosa è dire che la divinità ebbe... Leggi di più

Il ritorno di Cristo

Quando avviene il ritorno di Cristo in cielo? Per rispondere a questa domanda dobbiamo fare un po’ di cronologia e considerare le profezie della Bibbia. La profezia di Daniele che più ci informa della venuta di Gesù è quella che troviamo nel suo libro al capitolo 9. In questa profezia si predice l’anno in cui sarebbe stato stroncato Gesù. L’ultima settimana viene percorsa solamente per metà e poi Gesù viene ucciso e il sacrificio continuo viene fermato.  (Daniele 9:27) Dopo... Leggi di più

I Testimoni di Geova in errore sul Cristo

Possiamo assolutamente dire che l'effigie o il ritratto non corrisponde alla persona che viene ritratta. Come scriverà un famoso pittore, sotto la figura della pipa di un celeberrimo quadro: "Ceci n'est pas une pipe". Magritte in seguito scrisse: "Oh, la famosa pipa. La gente mi rimproverava per questo. Tuttavia, potresti accendere la mia pipa? No, è solo una rappresentazione. Se avessi scritto sotto l'immagine "Questa è una pipa", avrei mentito!" E aveva ragione. Dello stesso tenore... Leggi di più

La doppia natura del Cristo

Sulla doppia natura della persona del Cristo le Scritture esplicitamente non fanno dichiarazioni. Per questo fin dai primi tempi del cristianesimo ci furono discordanti approcci interpretativi. A partire dal secondo secolo si fecero tentativi per definire la persona del Cristo e comprendere come gli elementi umani e divini interagivano in Lui. Questo produsse dibattiti che spesso portarono a scismi. Vennero fuori correnti antitetiche, opposte l'una all'altra, nella fattispecie l'arianesimo e... Leggi di più

Il numero degli unti nei Testimoni di Geova aumenta

Negli ultimi anni il numero degli unti tra i testimoni di Geova è andato costantemente aumentando. In realtà, per quanto il corpo direttivo continuasse a sostenere il contrario, dagli anni novanta in poi questo numero non era mai veramente diminuito. L'ipotesi suggerita era che la  morte degli unti ormai vecchi e la conseguente diminuzione interna a questo piccolo gregge fosse una prova dello scadere del sistema di cose. Fatto questo breve preambolo vorrei spiegare i motivi di... Leggi di più

Il Ricco, Lazzaro e le 10 Vergini

Gesù raccontava parabole e poi le spiegava, ma solo agli interessati. Sulle 10 vergini molto è stato detto ma non sempre portando il discorso alle estreme conseguenze. Per esempio, ho notato che alla domanda su quante furono le vergini addormentate quasi nessuno sa o vuole rispondere. Eppure Matteo lo dice chiaramente: tutte sonnecchiarono e si addormentarono. Questo significa che a notte inoltrata la luce della verità comincia a sfuggire un po' a tutti. Inutile negarlo, questo è un... Leggi di più

Il vitello d’oro e l’adorazione solare

Nella Bibbia spesso ci sono dei corsi e dei ricorsi. Avvenimenti di grosso impatto nei tempi della fine vengono rappresentati più volte nella storia di Israele. Simbolicamente si ripetono avvenimenti che prendono la loro forma definitiva solo nei tempi della fine. Con questo articolo voglio parlare di uno di questi. Si tratta dell’episodio in cui il popolo uscito dall’Egitto si costruisce un vitello d’oro per adorarlo. Gli ebrei sono usciti da poco tempo. Mosè viene chiamato sul... Leggi di più

Tito: chi la fa l’aspetti.

 Articolo N. 102 Secondo Giuseppe Flavio i leader politici di Babilonia, Persia, Grecia e perfino Roma mostrarono curiosità e interesse per le profezie di Daniele. A quanto pare anche Tito e altri imperatori romani  ebbero rispetto per questo profeta vissuto nel VI secolo a.C.. Dopo aver predetto la morte del Messia, la profezia delle settanta settimane annunciava "desolazioni" per la città di Gerusalemme, il tempio, il luogo santo e il suo desolatore. Questa tragedia trovò... Leggi di più

Gesù entra nella sua città come re

I re entravano in Gerusalemme cavalcando asini. Davide, dopo aver giurato di far sedere sul trono suo figlio Salomone, ordinò a Zadoc, il sommo sacerdote, a Natan, il profeta, e a Benaia, la sua valorosa guardia del corpo, di prendere la sua mula e far cavalcare suo figlio Salomone fino a Ghihon per esservi unto re suo successore. Ed essi "facevano cavalcare Salomone sulla mula del re Davide e lo conducevano quindi a Ghihon". Poi Zadoc il sacerdote prese il corno dell'olio e unse Salomone... Leggi di più

Gesù ferisce la bestia

Torniamo a concentrarci su Giuseppe e sui suoi sogni. Uno è quello in cui il sole e la luna e undici stelle gli rendono omaggio. Sono immagini che hanno a che fare con la donna di Rivelazione vestita del sole, che ha la luna ai suoi piedi e in testa la corona di stelle. Quella donna rappresenta la situazione odierna dei Testimoni di Geova che, non avendo voluto accettare l'insegnamento delle Scritture sull'immobilità della Terra (Giosuè 10:12), sono colpevoli, come organizzazione, di... Leggi di più

Linee sacerdotali in movimento

Diversamente da quanto si crede, dopo la morte di Mosè, il sommo sacerdozio cominciò ad essere esercitato anche tra i suoi discendenti e non esclusivamente nella casa di Aronne. Il figlio di Gherson, Gionatan, finì col creare un nuovo santuario, una filiale idolatrica dipendente da Silo ma ubicata a Dan. (Giudici 18:30-31) Perciò, volendo ricostruire dalle Scritture un minimo di genealogia anche per Eli, potremmo dire che egli era figlio di Levi, di Cheat, di Amram, di Mosè, di Gherson,... Leggi di più

La regalità del Cristo

Nei cinque decenni che precedono la nascita del Messia, la Giudea era precipitata in un vortice di intrighi internazionali. Si poté assistere a una serie infinita di esecuzioni a sfondo politico, di rivalità, vendette e omicidi nelle famiglie e tra fratelli di stirpe reale, macchinazioni perverse volte alla conquista e al mantenimento del potere. I matrimoni tra i regnanti e nell'aristocrazia si facevano e si disfacevano, spesso col risultato di dover accontentare le pretese di molteplici... Leggi di più

Nimrod e il natale

Negli articoli passati abbiamo parlato di Nimrod. Con lui avviene un’intersezione della civiltà noetica che si innesta nella Terra abitata dai Cainiti. La diaspora che avviene con la confusione delle lingue di Babele porterà in tutto il mondo i discendenti di Noè ad instaurare una lotta per il dominio con le civiltà autoctone precedenti. Caino, come già abbiamo scritto in altri post, era stato trasferito in questa terra dopo aver ucciso Abele. Qui finisce per incontrare persone già da... Leggi di più

Le pecore di due ovili

 E' da un po' che ci penso. Gesù e i suoi coeredi  regneranno sulla terra. Perciò mi voglio di nuovo addentrare nell'argomento facendo una rilettura del capitolo 7 di Rivelazione. Lì si parla di un argomento che nel corso del tempo ha dato molto da pensare. Si tratta degli unti e della grande folla. In primo luogo esamineremo lo scenario in cui i due gruppi vengono intodotti e presentati. Subito, al primo versetto del capitolo 7, siamo messi di fronte ai quattro angeli che... Leggi di più

Regneranno sulla terra

Pietro rivela che, circa la salvezza, una diligente investigazione e un'attenta ricerca furono fatte dai profeti.  Come lui sottolinea, anche gli angeli desiderano penetrare con lo sguardo in queste cose. (1 Pietro 1:10-12) Investigare nelle Scritture  è di per sé una ricerca legittima. E' del tutto normale che un cristiano possa provare un forte desiderio di conoscenza. Farsi delle domande è un segno di nobiltà e di ricchezza spirituale. Ci sono molti passi delle scritture... Leggi di più