Eli

Eli e la genealogia mancante

Una maledizione incombeva sulla casa di Eli. (1Re 2:27) Quella era una prestigiosa casa sacerdotale ed Eli ne fu per quarant'anni la punta di diamante, sommo sacerdote. Le vicende di questa famiglia sono narrate nel primo libro di Samuele, capitoli 1-4. Eli fu un uomo debole che non non seppe imporsi come un capo neppure sui suoi figli. L'accusa contro di lui è di quelle pesanti. Un uomo del vero Dio viene mandato in avanscoperta e lo affronta dicendo:"Perchè continuate voi a dar calci... Leggi di più
Mosè

Mosè nel ruolo di sacerdote

L'ultimo giorno di vita di Mosè si presenta come un giorno apparentemente normale. Ha centovent'anni ma il suo occhio non si è indebolito e la sua forza vitale non l'ha abbandonato. Tant'è che, quella mattina stessa sale ancora al monte Nebo, in cima al Pisga, e Geova gli fa vedere tutto quel paese che ha sempre sognato, per il quale ha intensamente combattuto. "Dopo ciò Mosè, il servitore di Geova, morì là, nel paese di Moab per ordine di Geova. Ed egli lo seppelliva nella valle del... Leggi di più
Mosè

I figli di Mosè, figli balordi

C'è un argomento che va subito trattato. Questo per poter avviare una valida discussione sulle credenziali  di cui Gesù disponeva per diventare sommo sacerdote nel tempio giudaico e re sul trono del mondo. Così ci potremo finalmente addentrare nei "particolari della sua generazione", tanto per usare le intriganti, curiose parole di Isaia 53:8. Si tratta cioè di dettagli di cui poco si parla e che sono generalmente ignorati anche da chi la Bibbia la studia  e ha quindi un certo... Leggi di più
Mosè

Linee dinastiche dei sommi sacerdoti

Studio la Bibbia da decenni eppure su questo punto non avevo mai fatto caso. Mi riferisco a personaggi (e alle loro linee dinastiche) che nel corso del tempo hanno esercitato il sommo sacerdozio al tempio di Gerusalemme. Spesso, peccando di leggerezza, si da per scontato che le figure che  esercitarono il sommo sacerdozio d'Israele appartenessero alla linea di discendenza di Aronne,  fratello di Mosè. Ho provato a verificare e mi sono trovata di fronte a sorprese. Quando vado a... Leggi di più
anicia

La gens Anicia

Da recenti studi pare che in Italia circa un cittadino su quattro abbia nel proprio DNA tratti caratteristici del popolo ebraico. Molti di noi sono ebrei pur non essendone consapevoli. Questo viene spiegato con l'enorme afflusso di gente semita, liberi e schiavi, affluiti nella penisola nel corso del tempo.Tra Roma e la terra d'Israele c'era uno scambio continuo. C'erano i viaggi annuali al tempio degli ebrei da tutto il Mediterraneo, un continuo movimento di commercianti e rabbini  che... Leggi di più
Hyksos

Gli Hyksos (ebrei) in Egitto

Abbiamo parlato di Babele. Con la confusione delle lingue le genti addestrate e comandate da Nimrod si spargono su tutta la terra portando la loro religione di tipo solare e il loro modo di vedere le cose. Si trattava di uomini che aspiravano al comando, dotati di grande ambizione. In Genesi 11:4 leggiamo infatti: “Ora dissero: “Suvvia, edifichiamoci una città e anche una torre con la sua cima nei cieli, e facciamoci un nome celebre, affinchè non siamo dispersi sulla superficie della... Leggi di più
diaspora

Diaspora Romana dopo il 70 d.C.

Quando nel  70 d.C. la città venne distrutta per mano di Tito, allora generale agli ordini di Vespasiano, le 24 divisioni sacerdotali che avevano fin lì esercitato il sacerdozio nel tempio di Gerusalemme persero quel loro speciale privilegio. Le famiglie sacerdotali ne uscirono decimate ma non scomparvero del tutto. Un gruppo piuttosto compatto di diverse famiglie venne risparmiato perchè avevano collaborato con Roma consegnando il tesoro del tempio allo stesso Vespasiano. ... Leggi di più
Mosè

Mosè, figlio adottivo

Uno dei libri che  ho letto recentemente è quello di Diego Marin-Stefania Marin Il sangue degli illuminati. Gli autori riconsiderano la base del potere che fu esercitato storicamente nei millenni collocandolo all'interno di una struttura che agisce alle spalle della politica mondiale. Lo stesso sangue sarebbe stato, in base al loro modo di intendere, al vertice dei grandi imperi governati nel tempo dalle stesse famiglie in  linee dinastiche rimaste in costante collegamento. Nella... Leggi di più
enea

I successori di Enea

Giuliano l'apostata, un imperatore romano proclamato Augusto 25 anni dopo Costantino, appartenente  alla gente Flavia, di antica discendenza ebraica, (derivava  forse da quel Flavio di adozione che fu l'ebreo Giuseppe Flavio) lasciò scritto: "Ciò che nei miti si presenta inverosimile, è proprio quel che ci apre la via della verità. Infatti, quanto più paradossale e straordinario è l'enigma, tanto più pare ammonirci a non affidarci alla nuda parola, ma ad affaticarci intorno... Leggi di più
diaspora

I popoli dei Levi e dei Salluvii

Introduco questo articolo con alcuni dati, per molti versi significativi, tratti dal Dizionario biografico universale contenente le notizie più importanti sulla vita e sulle opere degli uomini celebri; i nomi di regie e illustri famiglie; di scismi religiosi; di parti civili; di sette filosofiche, dall'origine del mondo fino ai nostri giorni. Volume 3. 1844-1845 a cura di David Passigli "Liuva I re dei visigoti era nel 560 governatore delle Settimania o Gallia Narbonense. Allevato... Leggi di più